Cerca

Caratteristiche

  • Moderatamente difficile,procedere con cautela lungo le scale.
  • 2.30h da rifugio a rifugio di cui 1.00h la sola ferrata.
  • Dal rifugio XII Apostoli alla Bocchetta Due Denti
    400mt ca. in salita più 400mt ca. in discesa dalla
    stessa Bocchetta al rifugio Agostini.
  • - rifugio XII Apostoli 
    - rifugio Agostini
  • 0436-861035
  • STAMPA
  • versione PDF
  • Seguici su Facebook

Media valutazioni

Difficoltà tecniche 1.7
Esposizione 3.6
Varietà passaggi 1.3
Impegno fisico 2.2
Interesse paesaggistico 2.6
Numero votazioni 43
VALUTAZIONE FERRATA GALLERIA FOTOGRAFICA GOOGLE.MAPS Via Normale su VIENORMALI.it

Via Ferrata E. CASTIGLIONI

VIA delle BOCCHETTE

BY - VIEFERRATE.IT - Agosto 2006

Questo percorso attrezzato,inaugurato nel 1946,è racchiuso all'interno dell'itinerario rifugio XII Apostoli-rifugio Agostini ed in tale direzione è descritto in questa relazione anche se è consigliabile percorrerlo in senso contrario in modo da superare la ferrata in salita.

AVVICINAMENTO

Dal rifugio XII Apostoli -2488mt- ,raggiungibile da Pinzolo-Tn anche tramite impianto di risalita fino a Prà Rodont e successivo sentiero -2.15h- in un breve tratto attrezzato,ci si dirige in direzione della Bocchetta Due Denti  inizialmente su fondo roccioso levigato dove comunque vari bolli rossi ed alcune scritte (rif.Agostini) in terra indicano la giusta direzione -n.321. Si guadagna quota,si cammina ora su tracce di sentiero  comunque evidente ed alle nostre spalle il rifugio si allontana  mentre le prime roccette si avvicinano . I due denti di pietra della Bocchetta rassicurano sulla giusta direzione  mentre le roccette,là dove un pò più impegnative,sono state ora assicurate con cavo  ed in breve tempo anche se un pò affannosamente si giunge all'insellatura della Bocchetta -2859mt-1.00h-  con bella vista sulla Val d'Ambiez ed i rossi tetti del rifugio Agostini -2410mt- .

LA FERRATA

Un passo in discesa porta sulla breve ma comoda cengia dalla quale iniziamo la ferrata "Castiglioni"  composta prevalentemente da scale metalliche,in particolare due di queste ci abbassano subito di quota  ed è necessario discenderle con attenzione in quanto non sono perfettamente verticali ma seguono le asperità della parete e dunque tendono a formare una fastidiosa pancia verso l'esterno. Terminate le prime scale,degli sfasciumi vengono superati in discesa con cavo scorrimano  e portano in poco ad una nuova scala al termine della quale alcune brevi ma esposte roccette richiedono attenzione . Una serie di 2 lunghe scale già si intravede davanti a noi  ma per raggiungerle dobbiamo scendere ancora da un'ulteriore scala e traversare lungo alcune roccette esposte . Ecco che scendiamo lungo le scale viste in precedenza  facendo attenzione anche nel passaggio tra una scala e l'altra giungendo così su una bella cengia  attrezzata anche con un ponticello . La cengia termina là dove iniziano le ultime 2 scale della ferrata  così come si capisce anche dalla presenza della targa metallica arancione  al termine di quest'ultime.

DISCESA

Scendiamo,lasciandoci alle spalle i 200mt di parete attrezzata ,in direzione del rifugio superando un'iniziale e brevissimo tratto assicurato  per immetterci così lungo il facile sentiero  -n.321- che scende tranquillamente verso valle aprendo la visuale verso la splendida Vedretta d'Ambiez e la Cima d'Agola -2960mt-  passando accanto agli impressionanti resti del crollo della Torre Jandl (anni '50) che per pochi metri risparmiarono l'Agostini ed ora utilizzati come palestra di roccia .

CONSIDERAZIONI

Nonostante in alcuni testi di Vie Attrezzate la "Castiglioni" venga definita come via difficile,nel complesso è un itinerario,che vista la numerosa presenza di scalette,non richiede all'escursionista particolari tecniche di progressione ma assoluta mancanza di vertigini sopratutto se percorsa in discesa mentre nel senso contrario l'eventuale fastidio dovuto alla grande esposizione in parte si attenua.

 

Commenti   

+4 #13 Moritz 2018-07-21 11:10
Attenzione: in questi giorni di fine luglio 2018 la ditta GEOLOGIC di Trento sta ristrutturando/sistemando la ferrata, quindi molto facilmente la troverete chiusa. Ciao a tutti Moritz
Citazione
-1 #12 Stefano Corso 2015-01-23 00:00
Percorsa il 04/08/2013 itinerario fatto da rif.Agostini a rif.12 Apostoli salita molto aerea con tante scale da non sottovalutare fantastico l'arrivo al 12 Apostoli con grotta e crocifisso gigante scolpito nella roccia.
Citazione
-1 #11 Enrico Gottardo 2015-01-23 00:00
Percorsa il 23/07/2013.Percorsa dal rif.Agostini al rif.XII Apostoli. Al mattino è esposta al sole; dalla Bocchetta Due Denti al XII Apostoli è presente neve su l'intera tratta, ho usato anche i ramponi in alcuni tratti. La ferrata vera e propria è sgombra da neve.
Citazione
-3 #10 Andrea Azzini 2015-01-23 00:00
28/08/2011 Bella ferrata anche se con buone condizioni metereologiche non particolarmente impegnativa solo su qualche scala iniziale si avverte l'esposizione in parete.
Citazione
-1 #9 Laura Martinelli 2015-01-23 00:00
Stupendaa!!.Adrenalina pura!.Paesaggi mozzafiato!.Consigliato partire dal rifugio Agostini e partire presto per evitare "traffico".
Citazione
0 #8 Stefano Collizzolli 2015-01-23 00:00
Un pò deludente: è praticamente tutta scale, anche dove non strettamente necessarie (bel diedro dell'attacco salendo dall'Agostini). Cmq il giro XII Apostoli - Agostini - XXI Apostoli via l'Ideale all'andata e la Castiglioni al ritorno resta molto consigliabile.
Citazione
0 #7 Giorgio Gottardi 2015-01-23 00:00
Ferrata effettuata sabato 3 ottobre 2009proveniendo dal Rif. Agostini.
Citazione
0 #6 Glauco Alunni 2015-01-23 00:00
Moltissime scale rendono la ferrata meno divertente di altre.... molto esposta,per niente rischiosa.
Citazione
0 #5 Roberto Bezzi 2015-01-23 00:00
Lunghissima da Baesa all'Agostini,scale verticali ma niente di tecnicamente difficile.
Citazione
+1 #4 Bruno Menin 2015-01-23 00:00
Ferrata esposta ma facile perche' piena di scale,molto bello l'arrivo in Bocchetta finale con veduta del circolo sottostante con rifugio XII Apostoli.
Citazione

Aggiungi commento