Cerca

Caratteristiche

Media valutazioni

Difficoltà tecniche 2.4
Esposizione 2.5
Varietà passaggi 2.8
Impegno fisico 2.8
Interesse paesaggistico 3.3
Numero votazioni 21
VALUTAZIONE FERRATA PHOTOGALLERY Relazione PHOTOGALLERY EsternaGOOGLE.MAPS Via Normale su VIENORMALI.it

Via Ferrata M. STROBEL

PUNTA FIAMES

BY -  VIEFERRATE.IT - 2002

AVVICINAMENTO

Lungo la strada statale Dobbiaco-Cortina d'Ampezzo a pochi km da quest'ultima si trova sul lato destro l'albergo Fiames-1290mt, di fronte a questi al di là della strada parte il sentiero che inizialmente sale nel bosco -10'- fino a sbucare di fronte ad un ampio canalone detritico che è necessario risalire completamente per circa 1.00h . La via inizia al termine del canalone sulla destra ed in realtà il cavo inizia un centinaio di metri dopo la targa metallica della ferrata. 

LA FERRATA

L'inizio delle attrezzature si raggiunge tramite una cengia in mezzo a mughi ed alcuni gradoni di roccia. A sinistra si prosegue poi seguendo la segnalazione-1750m e dopo pochi metri di facili roccette  inizia il cavo che aiuta subito a superare un breve tratto abbastanza verticale  successivamente la via devia a sinistra per raggiungere forse il passaggio più impegnativo rappresentato da una fessura tipo camino da superare sfruttando la parete laterale sinistra  ed alcuni infissi. Uscendo dal camino si prosegue verso una cengia obliqua per ripartire poi in verticale  tra un camino e gradoni di roccia fino un bel terrazzo detritico tra i mughi a quota 1850m. La via si sposta a sud e per raggiungerla bisogna risalire un ripido sentiero a tornanti seguendo anche alcuni "ometti"fino a quota 1950m dove inoltre vi è anche uno splendido punto panoramico su Cortina d'Ampezzo. Raggiunto il versante sud si supera inizialmente un bel spigolo grazie ad alcune staffe  e successivamente un salto verticale è superato grazie ad una lunga scala  ed una paretina in uscita ancora attrezzata con staffe -2020mt. Da qui per alcuni salti di roccia attrezzata  e tracce di sentiero tra mughi si raggiunge la base del pendio sommitale che si supera in pochi minuti grazie ad un breve sentiero verso destra fino a Punta Fiames (2240m-1.45h).  

DISCESA

Per la discesa bisogna incamminarsi lungo la traccia di sentiero verso nord fino alla forcella Pomagagnon-2180m che segna l'inizio di un canalone  da superare in "scivolata" mantenendosi sul lato destro di questi dove gli scarponi affondano bene nella ghiaia specialmente se umida mentre dopo alcuni giorni di siccità può risultare più impegnativo. Dopo circa 20' di "scivolata"nel canale si giunge ad un bivio  dove a sinistra -n.202- si proseguirebbe per Cortina mentre a destra si continua per sentiero non numerato ma segnalato in lunga traversata aggirando il Pomagagnon e riportandosi verso il canalone detritico percorso in salita all'andata ma prima di raggiungere questi si devia a sinistra sempre seguendo i molti segnavia colorati perdendo velocemente quota ed avendo come riferimento anche la strada statale sottostante dove abbiamo lasciato l'auto.

Commenti   

0 #63 Claudio 2018-06-26 19:09
Ferrata fatta oggi 26.06.2018. La ferrata è bellissima, super panoramica e non troppo difficile. Ho trovato più faticoso l'avvicinamento e soprattutto la discesa sul lunghissimo canale detritico del Pomagagnon, non finiva più.. Cmq il giro complessivo è piuttosto impegnativo e richiede una buona forma fisica.
Citazione
0 #62 Andrea 2018-06-25 10:30
Percorsa il 06/2018 Bella ferrata, semplice e senza passaggi particolarmente complicati. Sempre ben protetta. Discesa divertentissima sul ghiaione, in cui l'unico pericolo é quello di perdere aderenza e cadere col culo sul posto, senza alcun rischio di farsi realmente male.
Citazione
0 #61 Andrea 2018-06-24 15:27
Percorsa il 24/06/2018.
Bellissima ferrata, non ci sono tratti particolarmente complicati, ben protetta. Vista spettacolare dalla cima!
Discesa molto divertente su ghiaione, diventa pericolosa solo se si vuol farla di corsa :)
Citazione
+1 #60 Fabrizio 2017-08-29 09:51
Percorsa il 20/8/2017 Sinceramente questa ferrata mi è piaciuta molto, è lunga il giusto, è varia, in buone condizioni ed offre dei bei paesaggi. Peccato nel primo pezzo , nel famoso camino, ho incontrato una famiglia con 2 bambine piccole che procedeva molto lentamente. Bella anche la discesa dalla forcella Pomagnon da fare con molta prudenza però.
partenza e arrivo all'hotel Fiames circa 4h tutto il giro.
Citazione
0 #59 Victor Rampazzo 2017-08-19 13:53
Percorsa il 17/08/2017 con i miei figli ( 15 e 17 anni) Partenza da albergo Fiames alle 8.30 per evitare il traffico. Salita fino all'attacco senza difficoltà. La ferrata è in buone condizioni e si affronta abbastanza agevolmente. Abbiamo impiegato circa due ore per la sola ferrata. Il panorama da Punta Fiames è impagabile. La discesa è abbastanza lunga e pur potendo scivolare in alcuni tratti è un po' difficile
Citazione
+3 #58 Mattia Teta 2017-07-30 16:08
Percorsa il 07/2017
Vorrei segnalare che il percorso in discesa per tornare alla partenza è piuttosto difficoltoso e non delle località Vera e Fiàmes (sentiero 202), è franato lungo tutta la sua lunghezza e la discesa è piuttosto scontato. Il canalone di ghiaia che dalla forcella del Pomagagnón permette di scendere in direzione impegnativa, un po' pericolosa in alcuni punti, soprattutto per i non espertissimi e per chi si aspetta una discesa escursionistica tranquilla!
Citazione
+3 #57 Stefano De Pasqual 2016-09-05 09:13
Percorsa il 03/09/2016. Bella ferrata, e roccia stupenda, sia per le mani e per i piedi si trova sempre per proseguire. Richiesto solo in un punto l'uso delle scalette altrimenti tratto più impegnativo da affrontare usando solo la roccia. Non lungo come percorso attrezzato dato che alla fine si divede in più pezzi con sentiero per camminare molto bello.
Avvicinamento buono. Discesa lungo il ghiaione lunga e impegnativa.
Citazione
+3 #56 Giorgi Maurizio 2015-08-01 14:00
Percorsa il 01/08/2015
Sempre molto affollata nei mesi di luglio e agosto pertanto i tempi per la salita si allungano un po' rispetto alla relazione. Alcuni tratti della parete sono molto spesso bagnati e scivolosi. Non c'e' acqua lungo tutto il percorso. Il canalone di rientro negli ultimi due anni ha subito una notevole erosione ma rimane sempre molto piacevole percorrerlo di "tacco". La ferrata e' di media difficolta' ma con alcuni passaggi non banali. L'escursione nel complesso coprendo oltre 1000 metri di dislivello e' piuttosto faticosa.
Citazione
+1 #55 Michele De Palo 2015-06-30 18:17
Percorsa il 29/06/2015. La mia prima ferrata con la guida di Stefano. Buona palestra per imparare sia fisicamente che psicologicamente ad affrontare l'ascesa.
Citazione
+4 #54 Alberto 2015-05-18 09:15
Percorsa il 17/05/2015 Ferrata come da relazione. Da segnalare che nel tratto in discesa, dopo il lungo canalone da superare mantenendosi sul lato destro, ciò che qui è descritto come "sentiero non numerato ma segnalato" è ora il sentiero 218, ben evidente, che riporta a Fiames.
Citazione

Aggiungi commento