Cerca

Caratteristiche

  • Moderatamente difficile
  • -rifugio Averau-attacco 15'
    -attacco termine ferrata 15'
    -termine ferrata-cima 15'
  • -70mt la sola ferrata
    -100mt alla cima
    -70 avvicinamento da rifugio Averau
  • - rifugio Averau 
    - seggiovia Passo Giau
    - rifugio Nuvolau
    - rifugio Scoiattoli
  • Info unico:
    0436-4010
  • STAMPA
  • versione PDF
  • Seguici su Facebook

Media valutazioni

Difficoltà tecniche 2.5
Esposizione 2.4
Varietà passaggi 2.2
Impegno fisico 2.3
Interesse paesaggistico 4.7
Numero votazioni 52
VALUTAZIONE FERRATA PHOTOGALLERY Relazione GOOGLE.MAPS

Via Ferrata AVERAU

CIMA AVERAU

BY - VIEFERRATE.IT - Luglio 2012

Brevissima ferrata lungo la parete NE del monte Averau-2647mt,la vetta più alta del Gruppo Nuvolau.

PERCORSO STRADALE

La base dell'Averau e l'omonimo rifugio  sono principalmente raggiungibili da due versanti.
1- Passo Falzarego: alcuni tornanti sotto il Passo,in direzione Cortina d'Ampezzo-Bl,si trova il parcheggio della seggiovia 5 Torri -rifugio Bàin de Dònes- tramite la quale si raggiunge il rifugio Scoiattoli. da qui in circa 30' si arriva al rifugio Averau-2413mt. In alternativa sentieri n.440-439-1.30h ca.
2- Passo Giau: direttamente al rifugio Averau tramite la seggiovia dal rifugio Fedare. In alternativa sentiero n.452-1.00h ca. oppure sentiero n.464 partendo direttamente dal Passo.

AVVICINAMENTO

Nelle immediate vicinanze del rifugio una segnaletica indica la direzione per l'attacco  raggiungibile in circa 15' attraverso comodo sentiero che aggira in parte la base del torrione roccioso .

LA FERRATA

La ferrata inizia lungo l'esposta parete  e con alcuni passaggi non banali. Inizialmente si traversa in diagonale a  sinistra ,si aggira uno spigolo  e con sviluppo verticale si guadagnano alcuni metri di parete    . A sinistra si trova l'arrivo di un cavo   che viene utilizzato in discesa per evitare parzialmente l'incrocio con altri escursionisti. Raggiunta una comoda cengia rocciosa comunque attrezzata  la si percorre per pochi metri con lieve discesa finale e ci si porta alla base del secondo ed ultimo troncone della via . Un gradone di roccia agevola l'attacco   e l'apparente difficoltà del tratto verticale viene invece contenuta dalla roccia molto appigliata    uscendo su un pianoro detritico . Attraverso una traccia di sentiero  ed alcune facili roccette  si guadagna in circa 15' la panoramica croce di vetta .

DISCESA

La discesa rappresenta una caratteristica particolare della via in quanto avviene esattamente a ritroso quindi il sovraffollamento è un fattore di cui tener conto. Dopo aver ripercorso la cengetta rocciosa,il cavo prosegue all'interno di uno stretto camino nel quale una breve serie di staffe metalliche  agevola la discesa ed evita seppur in minima parte un tratto verticale della salita. Attenzione, una volta giunti alla base del camino, alla presenza di materiale franoso  che in caso di caduta finisce nella zona dell'attacco.

CONSIDERAZIONI

Spesso indicata come Via Ferrata per neofiti per la sua estrema brevità,non così per i passaggi non sempre banali. Consigliabile il concatenamento con la vicina Ra Gusela.

 

Commenti   

0 #48 Salvatore 2018-10-08 09:59
Percorsa il 10-9-2018 sopravalutare è pericoloso quanto sottovalutare Ho percorso la ferrata a settembre 2018 leggendo la vostra descrizione e non ho trovato pareti esposte o verticali mancanti di appigli credo che questa descrizione sopravaluta le difficoltà effettivamente riscontrate come i commenti letti qui sotto del tutto soggettivi. Se non pubblicate neanche questo commento vi ringrazio ugualmente dell'attenzione.
Citazione
+2 #47 Silvia 2018-06-17 18:53
Percorsa il 06/2018 di pomeriggio. Dal rifugio Averau alla cima circa 1 ora . Primo tratto della ferrata impegnativo ed esposto . Se metti male i piedi scivoli giu ed e' esposto il primo tratto. L'unica e' tirarsi su di braccia da cavo a cavo ..direi non per principianti. Per il resto panorami sempre stupendi e ferrata cmq tenuta bene. Sentiero per la cima quasi invisibile..molto franoso seguire gli omini ( anche questi a fatica si vedono).
Citazione
+4 #46 Gustavo 2017-07-09 17:18
Percorsa il 06/07/2017 con i miei due figli di 11 e 15 anni.
Arrivati alla fine, sul pulpito, il sentiero per la cima non è segnalato benissimo: consiglio di mantenersi sulla destra e non risalire le roccette che si trovano di fronte.
Le difficoltà sono facilmente superabili anche per ragazzi inesperti semplicemente con un pò di aiuto e calma.
Citazione
-1 #45 Fabio Boldrin 2017-07-06 14:08
Percorsa il 24/06/2017 con la mia ragazza in successione alla via ferrata Ra Gusela partendo dal passo Giau. Prima esperienza su via ferrata dopo aver percorso qualche più semplice sentiero attrezzato. La via è ottima per i principianti, breve e ricca di appigli; qualche piccola difficoltà nel primo tratto ma niente che non si possa risolvere con la debita calma. Non abbiamo capito dove imboccare il camino menzionato in fase di discesa, dunque l'abbiamo ripercorsa esattamente a ritroso. Tempo totale tra la partenza dal rifugio Averau ed il ritorno allo stesso rifugio: 3 ore, considerando 40 minuti di sosta pranzo in vetta. Iniziata alle 11, se andate ad agosto consiglio di partire prima per evitare traffico. Rientro al passo Giau tramite sentiero 452 in 1 ora.
Citazione
-1 #44 Stefano 2016-12-12 14:44
Percorsa il 11/12/2016, con 40 cm di neve fresca tutta da battere nel tratto di avvicinamento.
Anche nel tratto di ferrata è presente parecchia neve, tant'è che ho dovuto percorrerla interamente con i ramponi. Comunque i cavi erano quasi completamente sgombri da neve, quindi percorribile anche in condizioni invernali. Faticosa ma bellissima nella solitudine invernale!
Citazione
0 #43 Gabriele 2016-09-11 21:46
Percorsa il 09/2016 Ho portato mio figlio di 9 anni (prima vera ferrata dopo vari parchi avventura e sentieri attrezzati), direi esperienza molto positiva, non facilissimo il primo tratto dove per un 3/m circa bisogna andar su di braccia (pochissimi appigli) ma una cosa fattibile e l'esposizione e' minima (6/7 mt. di altezza),sicuramente il tratto e' piu' difficoltoso in discesa (come sempre), la seconda parte e' semplicissima (una decina di mt.in tutta sicurezza) una volta arrivati al pulpito e' tutto sentiero fino in cima. Veramente spettacolare il paesaggio!
Citazione
+3 #42 Carlotta Silvestrini 2016-08-23 21:24
Percorsa il 23/08/2016 Abbiamo percorso questa brevissima ferrata qualche giorno fa. Siccome non ero mai stata nelle Dolomiti e ho grossi problemi di vertigini, il mio compagno mi ha portata qui per familiarizzare con le ferrate, mondo finora a me sconosciuto perché abituata solo a canyoning in forra secca.

Voglio segnalare un paio di cose relativamente alla ferrata.

1) Il primissimo tratto non è banale, anzi. C'è un passaggio su roccia esposta, ma bassa, che per poterlo fare bisogna davvero andare su di braccia e gli appigli sono molto in alto. Questo tratto durante la discesa è piuttosto problematico.
2) Il percorso è davvero breve, ma esposto e ho visto bambini con crisi isteriche perché forzati dai genitori a salire... fate due conti prima di portarci i figli!
3) Sovrafollamento. Partite entro le 10 dall'attacco, altrimenti è una tragedia, soprattutto la discesa.
Citazione
+1 #41 Carlo Andrea 2016-03-29 13:10
Percorsa il 07/2015, all'epoca in buono stato, il tratto di ferrata è corto e molto trafficato nei due sensi, quindi tanta pazienza.
Paesaggio appagante.
Citazione
-1 #40 Memmo Gradozzi 2015-01-23 00:00
Percorsa il 21-8-2014 molto bella e spettacolare-è bello arrampicare su queste rocce appuntite!!! (peccato che sia corta!!! )
Citazione
+2 #39 Marco Nerosi 2015-01-23 00:00
Percorsa il 26/08/2014, giornata fresca, ventosa e nuvolosa. Poca gente, quasi nessuno. Dalla fine del tratto attrezzato alla cima non ci sono segnali, la traccia è incerta e gli omini si confondono. Da evitare in caso di nebbia.
Citazione

Aggiungi commento