Cerca

Caratteristiche

Media valutazioni

Difficoltà tecniche 3.1
Esposizione 3.2
Varietà passaggi 3.1
Impegno fisico 2.4
Interesse paesaggistico 4.1
Numero votazioni 44
VALUTAZIONE FERRATA Leggi i commenti GALLERIA FOTOGRAFICAGOOGLE.MAPS Via Normale su VIENORMALI.it

Via Ferrata E. BOVERO

COL ROSA'

segnalata da DAVIDE ONOFRI & RUBEN ONOFRI

PERCORSO STRADALE

Appena fuori Cortina d'Ampezzo-Bl, sulla statale di Alemagna in direzione del passo di Cimabanche, si trova sulla sinistra presso Fiames,il Camping Olympia.

AVVICINAMENTO

Abbandoniamo l’automobile per scavalcare sul ponte il torrente Boite. Passiamo proprio davanti all’entrata del campeggio per poi prendere verso destra lo stradello forestale che segue la destra orografica del torrente -segnavia n.417. Con scarsi dislivelli seguiamo la comoda mulattiera nel bosco di conifere, fino a trovare sulla sinistra il sentiero n.408 che sale ripidamente sul costone. Seguiamo il tracciato sino alla sella boscata del passo di Posporcora -1.30h dalla partenza. Seguendo i cartelli indicanti la ferrata passiamo sul sentiero che sale a destra sui gradoni rocciosi e tra i mughi, avvicinandoci alla parete rocciosa soprastante.

LA FERRATA

Raggiungiamo l’attacco a quota 1960mt. Le prime funi salgono verticalmente sulle lisce pareti soprastanti dando subito un’idea della difficoltà della via. Si passa a destra su un’esile terrazzino per poi risalire l’esposto spigolo soprastante. Si prosegue all’interno di uno stretto camino sulla destra. Alla sua uscita si passa a sinistra su un’esile cengia in grande esposizione: si traversa per 5 metri con il vuoto sotto i piedi (punto più spettacolare della ferrata) per poi proseguire al di sopra tra rocce ripide ed esposte ma progressivamente più facili fino all’uscita sul grande terrazzo con mughi -2100mt. Seguiamo il sentiero verso est fino agli ultimi salti rocciosi attrezzati con staffe; in breve,volgendo verso destra, siamo sulla cima del Col Rosà (2160mt-3.00h dalla partenza). Da notare il magnifico panorama in direzione delle Tofane, ma anche verso il Pomagagnon con Punta Fiames.

DISCESA

Dalla cima si procede verso nord seguendo il sentiero segnato -segnavia n.447- prima tra facili canalini a roccette e mughi, quindi nel fresco del bosco. Il tracciato, in rapida discesa, piega verso oriente fino a raggiungere la carrareccia forestale sulla sponda occidentale del torrente Boite. La percorriamo verso destra sino a rientrare a Fiames,presso il camping Olympia (1290mt-5.00h in tutto dalla partenza; 2.00h dalla cima). La via ferrata Ettore Bovero è generalmente sottovalutata in quanto il tratto ferrato copre un dislivello di soli 200mt e può essere percorsa in un’ora circa. In realtà è assolutamente sconsigliabile per il dilettante alle sue prime esperienze su ferrata. Il tratto sullo spigolo è breve ma assai esposto e soddisfacente per l’esperto salitore di ferrate. Tra i pregi di questa splendida via occorre sottolineare la bassa quota e l’esposizione verso sud che ne permette la percorrenza anche in tarda stagione, oltre alla durata nel complesso breve dell’intera escursione (partendo alle 8.00 di mattina si può essere di ritorno già per le13.00).Da rilevare la totale mancanza d’acqua sul tracciato e le temperature, che nel pieno dei pomeriggi estivi potrebbero essere molto elevate per via della quota ridotta:meglio percorrerla col fresco della mattina.

CONSIDERAZIONI

Abbiamo riscontrato con nostra sorpresa come molte guide sul mercato indichino la ferrata Bovero come più semplice della ferrata Michielli-Strobel che si trova a poca distanza. Questo può facilmente trarre in inganno il "ferratista" con poca esperienza. Il tracciato della Bovero è senz’altro più breve,ma tecnicamente più impegnativo ed esposto della ferrata Michielli-Strobel che invece ci è parsa ben più gradinata e “abbordabile” per il "ferratista" novello.  

Commenti   

+4 #53 Massimo Michelini 2017-08-26 18:06
Percorsa il 24/08/2017. Ferrata relativamente breve ma alquanto sottovalutata da diversi libri su Ferrate.Decisamnete più difficile della gemella Strobel.Ho fatto ultimamente Mesules, Trincee e Finanzieri e nessuna delle tre ha una continuità di passaggi complessi come questa. Questa ferrata è molto esposta, verticale e non raramente presenta roccia vetrata. Ciò che proprio non va è la "ferratura", vetusta e assoutamente inadatta per uno sviluppo verticale come questo: i fittoni sono spesso assai distanti, il cavo è piuttosto sottile, in un punto un poco malconcio. In definitiva molto bella, abbastanza corta, decisamente impegnativa ma da riammodernare assolutamente: un volo su questa ferrata sarebbe assai pericoloso, fattore di caduta potenzialmente molto alto. Considerando che non ci sono "coni" sui fittoni o entrata del cavo alla francese (problema classico delle Ferrate Dolomitiche) la sicurezza sarebbe relativa.
Citazione
-1 #52 Marco 2015-09-07 10:27
Percorsa il 30/08/2015.
Ferrata molto impegnativa e spettacolare. Qualche chiodo in più (e più ravvicinati) non guasterebbe. Sono presenti alcuni camini che culminano in un traverso di 4-5 metri strapiombante che può impressionare. Vista dalla cima stupenda.
Citazione
+5 #51 Maurizio Giorgi 2015-06-06 14:56
Percorsa il 06/06/2015
Bellissimo sentiero di avvicinamento con pendenza costante e all'interno del bosco. Ferrata con buone attrezzatture anche se qualche piolo e' troppo distante per garantire una certa sicurezza. Se paragonata alla Strobel e' sicuramente piu' tecnica ed esposta ma anche molto piu' corta.L'ultima parte arrampicata libera non difficile e non esposta con aiuto di alcune staffe. Francamente ero "preoccupato" per il traverso che invece non mi sono quasi accorto di aver fatto visto l'enorme quantita di appigli anche molto larghi per i piedi. Il sentiero di ritorno e' si molto lungo e anche un po' ripido ma nulla di particolarmente difficile. Temperature molto alte anche se siamo solo ai primi di giugno. Attenzione non c'e' acqua lungo tutto il percorso. Non la consiglio a chi e' alla prime armi. I tempi 3 ore in salita e 2 in discesa come da relazione senza soste.
Citazione
0 #50 Sergio Zago 2015-01-23 00:00
Percorsa il 30/08/2014 Ferrata divertente e sentiero per l'attacco disegnato molto bene, con una pendenza costante che riesce ad 'abituare' le gambe alla salita. La ferrata nel complesso non mie è sembrata assolutamente più difficile della Strobel, in quanto tutta ben appigliata. In molti punti i fitoni sono forse troppo distanti tra loro per garantire una vera sicurezza in caso di caduta. Il sentiero di ritorno è abbastanza lungo e faticoso, anche se vario.
Citazione
+1 #49 Endri Boscolo 2015-01-23 00:00
Percorsa il 05/07/2014 molto divertente bella da non sottovalutare x neofiti.
Citazione
0 #48 Lea Cavagnet 2015-01-23 00:00
Percorsa il 26/09/2013. Bella ferrata, corta ma vista l'esposizione non è certo banale, l'attacco ha pochi appigli ma superato quello si sale velocemente. Nella parte centrale c'è un traverso molto esposto ma sono solo 3 passi. Dalla punta uno scenario bellissimo su tutta la valle.
Citazione
+1 #47 Mauro Ancarani 2015-01-23 00:00
Percorsa il 08/2013 Ferrata stupenda,molto panoramica e ben attrezzata salvo in un punto dove il cavo è sfilacciato e mi sono rovinato la mano. La discesa non è uno scherzo,è lunghissima e mi raccomando fare molta attenzione.
Citazione
+1 #46 Guido e Raffaella Scuncio Rossi 2015-01-23 00:00
Percorsa il 29/08/2013. Bel tracciato, alcune parti un pò esposte ma sempre in massima sicurezza. La ferrata vera e propria si divide in tre tronconi. L'ultimo terzo del primo troncone, in un passaggio verso destra la fune in acciaio, su un piolo, mostra un'usura eccessiva, prossima alla rottura (abbiamo segnalato la cosa). Per il resto veramente molto bella specie l'attacco all'ultima parte dove, all'inizio, si arrampica senza la sicurezza del cavo. Vista mozzafiato dalla cima ma anche da tutta la ferrata. Siamo stati fortunatissimi a percorrerla interamente da soli. Si ha proprio l'impressione di camminare le cielo. Non troppo impegnativo l'avvicinamento e la ferrata...devastante la discesa...lunga e molto scoscesa...attenzione a tagliare a destra sotto un costone alla fine dei mughi, si deve arrivare ad una postazione militare italiana della I GM per vedere nuovamente il segnale del tracciato. Occhio a non perdere la via altrimenti...il giorno dopo arriva l'elicottero per la ricerca. Nel complesso bella e non troppo impegnativa ma di grande soddisfazione. Nonostante le valutazioni nel complesso più impegnativa della Strobel Michielli.
Citazione
0 #45 Armando Bettinazzi 2015-01-23 00:00
Percorsa il 23/08/2013. Con Fabio, Gigi e Silvano. Non abbiamo incontrato nessuno. Sentiero di avvicinamento bellissimo. Sentiero per l'attacco con roccette non assicurate.Ferrata bellissima. Primo terzo entro camini, secondo terzo su spigoli molto esposti, ultimo terzo più abbordabile. La roccia è bella e pulita. Gli appoggi se cerchi li trovi su tutto il percorso. Forse la più bella che abbia fatto (e non sono poche).
Citazione
0 #44 Mattia Benato 2015-01-23 00:00
Percorsa il 07/2013 Inizio impegnativo che regala soddisfazioni, finale più semplice che invece regala viste e panorami stupendi!
Citazione

Aggiungi commento