Cerca

Caratteristiche

  • Moderatamente difficile
  • salita:
    2.30h-3.00h dal parcheggio
    discesa:
    1.00h al parcheggio - 2.00h per il rifugio Baion
  • - salita 450mt
    - discesa 450mt
  • - rifugio Ciaréido
    - rifugio Baion
  • STAMPA
  • versione PDF
  • Seguici su Facebook

Media valutazioni

Difficoltà tecniche \
Esposizione \
Varietà passaggi \
Impegno fisico \
Interesse paesaggistico \
Numero votazioni \
VALUTAZIONE DELLA FERRATA PHOTOGALLERY Relazione GOOGLE.MAPS

Sentiero Attrezzato A.  DA PRA'

MONTE CìARIDO

segnalato da MICHELE MARTIN - 2012

La zona delle Marmarole,molto frequentata sul versante meridionale,offre interessanti e panoramici itinerari sulla catena centrale e sul versante settentrionale dove i punti d’appoggio sono solo alcuni bivacchi; qui l’isolamento dei lunghi e spesso faticosi tracciati garantisce un approccio alla zona ancora selvaggio. Itinerario non lungo e divertente anche se alcuni tratti faticosi e altri su fondo poco stabile. Il sentiero attrezzato Da Prà,breve ed a tratti divertente,si snoda attorno al monte Ciarido  e presenta la caratteristica friabilità della roccia comune a tutta l’area delle Marmarole.

PERCORSO STRADALE

Da Lozzo di Cadore-Bl seguire le indicazioni per Pian De Buoi lungo una stretta stradina asfaltata lunga oltre dieci chilometri -strada del Genio- e gestita con senso unico alternato a fasce orarie. Si raggiunge così la zona Pian De Buoi dove aree apposite offrono una comoda possibilità di parcheggio - in ragione dell’orario e dei giorni. Possibilità di verificare presso il sito del comune gli orari che regolamentano la viabilità.

AVVICINAMENTO

Proseguire su carrozzabile segnavia 28 fino al rifugio Ciaréido -1969mt- dove con sentiero 28/272 AV5 si continua verso nord per pochi minuti  fino ad incontrare il bivio  per l’evidente e larga forcella alla nostra sinistra (1980mt-20’). Ci si alza rapidamente sopra il pianoro di partenza ed il rifugio  e con ripide serpentine si risale il ghiaione verso forcella S.Lorenzo che apre la visione sui versanti nord orientali delle Marmarole (2223mt-40’)   .

LA FERRATA

Dalla forcella inizia con una breve discesa a sinistra il sentiero attrezzato  che si sviluppa costeggiando il lato nord dapprima della Torre Pian dei Buoi e quindi della cima principale del monte Ciarido. Seguendo le prime funi ,si scende e si risale lungo cenge a volte esposte,brevemente senza attrezzature per seguire chiare tracce ben marcate  . Riprendono nuovamente le funi poco prima di un ripido salto lungo il quale ci si cala  a prendere la cengia sottostante. Sempre sotto le alte pareti in ombra  si approccia una risalita attrezzata su buone rocce  ed un ultimo traverso diagonale . Oltre questo terminano gli infissi artificiali ed il tracciato prosegue nel suo aggiramento  terminando con risalita finale su faticosa e friabile cengia che termina a forcella S.Pietro (2298mt-1.30h) .

DISCESA

Si ridiscende sul versante sud  aggirando un torrione   e raggiungendo in 30 minuti un bivio panoramico sulle cime d’Oltrepiave . A sinistra si ritorna al rifugio Ciareido e quindi al parcheggio - a destra a tagliare per prati e collegarsi al 272 verso il rifugio Baion-Boni (1828mt-40’),da cui è chiaramente visibile il percorso appena fatto in discesa . Dal rifugio,con carrozzabile,prima in discesa e poi in risalita a rientrare al parcheggio (1825mt-30’). Lungo questo tratto scorre alla nostra sinistra il versante meridionale del gruppo del monte Ciarido aggirato dal versante opposto dal percorso attrezzato .

CONSIDERAZIONI

Ad inizio stagione è opportuno avere con sé anche ramponcini e piccozza, che possono tornare utili nell’attraversamento dei canaloni spesso ancora colmi di neve. Raccomandabile anche ai meno esperti accompagnati. Attrezzature ben disposte lungo il tracciato, combinabile con altri itinerari della zona.

Commenti   

+1 #9 Cinzia Bertocco 2017-06-23 18:00
Percorsa 18/06/2017. Sentiero ad anello percorso partendo dal rifugio Ciareido. Divertenti i tratti attrezzati, da porre molta attenzione in quelli esposti e non attrezzati. Incontrati parecchi nevai consistenti, insidioso l'ultimo verso forcella S.Piero. Panorami fantastici a 180° dalle Tre Cime fino all'Aiarnola, ambiente selvaggio e solitario: non ho incontrato anima viva lungo il sentiero attrezzato.
Citazione
-1 #8 Maurizio Giorgi 2016-08-27 16:32
Percorso il 25/08/2016 Ottimo lo stato dell'attrezzatura. Non ci sono difficolta particolari nella parte attrezzata ma e' necessario porre molta attenzione alle decadenti condizioni di alcune parti di sentiero non attrezzato. Fortunatamente non ho trovato neve o ghiaccio altrimenti come ben sottolineato nella relazione sono indispensabili ramponi e picozza.
Si per principianti e bambini ma con condizioni di terreno non innevato. Bellissimo panorama.
Citazione
+2 #7 Massimo Cacaveri 2015-01-23 00:00
Percorsa il 09/2014. Percorso bello e poco frequentato. I tratti attrezzati sono effettivamente abastanza semplici, ma vanno tenuti presenti diversi passaggi in punti non attrezzati e piuttosto esposti, a volte con fondo friabile.
Citazione
+2 #6 Paolo Montin 2015-01-23 00:00
Percorsa il 21.08.2014. Ferrata breve, che può essere percorsa anche da bambini, non però alle prime armi. Il giro è molto gradevole e di grande impatto. Un po' di attenzione va posta nella discesa finale dalla forcella, in cui i bambini possono fare un po' di fatica. L'itinerario è fattibile in 3,5 ore (con bimbi al seguito).
Citazione
+2 #5 Diego Garutti 2015-01-23 00:00
Percorsa il 14/07/2013 Bel sentiero, bel panorama. Difficoltà tecniche nessuna, ma al 14 Luglio di quest' anno c'erano ancora diversi nevai pieni. Abbiamo dovuto, almeno 3/4 volte attrezzare le corde fisse perchè i cavi erano coperti dalla neve.
Citazione
+1 #4 Stefano Corso 2015-01-23 00:00
Percorsa il 2009. Il sentiero Da Prà percorso nel 2009 patendo dal rifugio Ciaredo e arrivando al rifugio Baion,sentiero senza particolare difficoltà da percorrere col bel tempo per gustare il panorama attenzione al solito ghiaino e alla friabilità della roccia.Consigliato far tappa al rifugio Baion per una grigliata.
Citazione
+1 #3 Giannandrea Mencini 2015-01-23 00:00
Percorsa il 09/2012.Sentiero attrezzato bello e divertente di media difficoltà in ambiente superbo. Panorama davvero interessante, sentiero poco frequentato con un canalino e salto di roccia divertente attenzione sentiero friabile. Le forcelle, San Lorenzo di partenza e San Pietro di arrivo, davvero suggestive. Percorso da fare unendolo a un passaggio nei rifugi Ciareido e Baion belli e ospitali.
Citazione
+2 #2 Davide Zanfini 2015-01-23 00:00
Percorsa il 27/07/2012. Sentiero selvaggio sul quale è difficile incontrare gente. Nel complesso semplice ma da non sottovalutare per due motivi principali: la friabilità di qualche tratto senza corde (non direttamente esposto, ma su canalone in cui è facile scivolare), la poca frequentazione del percorso. Consigliabile partire nella prima mattinata, per evitare il primo pezzo di ascesa a forcella San Lorenzo, tutto esposto al sole. Il tratto di ferrata invece è tutto esposto a nord e quindi all'ombra. Da Rifugio Ciareido, anello compiuto in 2 ore e 30. In ferrata, splendida vista su tutte le montagne della Val d'Ansiei, dalle Tre Cime, all'Ajarnola.
Citazione
+2 #1 Gabriele Scarpa 2015-01-23 00:00
Percorso il 22/07/2012. Sentiero attrezzato abbastanza semplice, comunque da svolgere con attenzione. A volte i nuovi cavi si sovrappongono a quelli vecchi creando qualche difficoltà con il moschettone.
Citazione

Aggiungi commento