Cerca

 

Caratteristiche

  • Facile,con qualche passaggio moderatamente difficile.
  • - avvicinamento 2.30h
    - ferrata 2.15h
    - vetta 15'
    - discesa 3.00h
  • Dislivello 1000mt di cui circa 550mt di ferrata (in realtà buona parte del dislivello lo si supera nei tratti di sentiero).
  • - rifugio Bietti
    - rifugio Brioschi
    - rifugio Bogani 
  • STAMPA
  • versione PDF
  • Seguici su Facebook

Media valutazioni

Difficoltà tecniche 2
Esposizione 2
Varietà passaggi 2.5
Impegno fisico 3
Interesse paesaggistico 3.5
Numero votazioni 16
VALUTAZIONE FERRATA GOOGLE.MAPS

Via Ferrata C.A.I. MANDELLO

SASSO CARBONARI

segnalata da EVA GRISONI - 2007

PERCORSO STRADALE

Da Varenna-Lc seguire per Esino Lario-Cainallo sino alla fine della strada con ampio parcheggio a Vò di Moncodeno (1436mt).

AVVICINAMENTO

Parcheggiata la macchina si prende il sentiero n.24 che in 1.30h,passando per la caratteristica Porta di Prada,arriva al rifugio Bietti -1719mt-. Si prosegue per circa 1.00h per il sentiero n.15 e poi n.26 prestando attenzione ai cartelli che indicano la ferrata.

LA FERRATA

Il percorso segue la cresta e termina poco sotto la vetta. Mai tecnicamente impegnativa,consente pure una divertente arrampicata su salti rocciosi di II° grado.Purtroppo i salti rocciosi sono spesso in ombra,mentre i tratti di sentiero tra un salto e l'altro sono per lo più esposti al sole. Attrezzata con catena (non moschettonabile) molto lasca, comincia con un breve tratto in discesa (attenzione a non smuovere sassi).Terminata la breve discesa il percorso comincia a salire alternando brevi tratti di ferrata a tratti di sentiero. Dopo il primo tratto la ferrata prosegue su cresta con passaggi abbastanza facili. La ferrata termina dopo circa 2.15h al bivio tra il sentiero n.33 che in circa 20' porta al rifugio Brioschi in corrispondenza dalla vetta del Grignone (Grigna Settentrionale-2409mt) e il sentiero n.15 (caminetto attrezzato) che porta al rifugio Bietti.

DISCESA

La discesa può avvenire in 3.00h,evitando la cima, direttamente dal sentiero n.15,oppure dalla cima per il sentiero n.25 che in 1.30h porta al rifugio Bogani e da qui in 1.00h al parcheggio.Il primo tratto del sentiero n.25h attrezzato con catene e successivamente,in alcuni tratti con una fune,perchè è molto facile trovare neve e ghiaccio, essendo esposto a nord. Dopo questo primo tratto ripido (dislivello di circa 400 metri),il sentiero si fa più semplice e meno ripido,fino a raggiungere il Bogani.

CONSIDERAZIONI

La ferrata è abbastanza semplice (informarsi che non ci sia neve o ghiaccio) ma il giro è lungo (mettere in conto circa 8 ore). Da non sottovalutare la prima parte di discesa. Per quanto riguarda l'attrezzatura della ferrata,solo il primo muro presenta una breve scala e qualche staffa. Per il resto,la catena è sufficiente e può servire solo come assicurazione,essendo quasi tutta la ferrata ben arrampicabile. 

Commenti   

0 #7 Luca Magni 2015-01-23 00:00
Percorsa il 10/2014 Ferrata semplice anche se impegnativa a livello fisico per il lungo avvicinamento e per la durata della stessa. In realtà si tratta per lo più di un sentiero attrezzato e solo in un paio di punti si può parlare di vera e propria ferrata. Se da un lato si svolge in bellissimo ambiente di cresta, dall'altro la catena piccola non moschettonabile, la scarsa manutenzione e la chiodatura lunga possono creare qualche fastidio anche solo a livello psicologico.
Citazione
0 #6 Dario Mainardi 2015-01-23 00:00
Percorsa il 16-6-2012 in condizioni ideali.Ferrata non difficile,catena molto lasca meglio arrampicare con i numerosi appigli naturali o artificiali presenti dove servono.Non ho percepito mai l'esposizione.Avvicinamento lunghissimo(3 ore)altre 3 per arrivare al Brioschi e 3 per scendere a Cainallo dalla cresta di Piancaformia
Citazione
+1 #5 Luca Perego 2015-01-23 00:00
Bella ferrata, facile, ma lunga (considerando anche l'avvicinamento).I passaggi tecnici sono un paio, ma l'ambiente e' severo: quindi mantenere alta la concentrazione anche perchè non sempre la ferrata permette una utile assicurazione (catena molto lasca e fittoni molto distanziati).
Citazione
0 #4 Lorenzo Cusit 2015-01-23 00:00
Non difficile, ma nemmeno banale. Qualche passaggio in cresta,non attrezzato,richiede attenzione.Da affrontare con un pò di allenameno nelle gambe,vista la lunghezza del percorso.Panorama strepitoso.
Citazione
+1 #3 Angelo Cusit 2015-01-23 00:00
Ferrata impegnativa dal punto di vista fisico ma molto gratificante. Se non avete una frequenza di passo sostenuta, 8 ore di escursione, così come indicato dalla relazione nel sito, è fuorviante. E' richiesta almeno un'ora in più.La ferrata viene indicata facile ma direi un facile che confina in più occasioni con il moderatamente difficile.Ferrata da non sottovalutare!.
Citazione
+3 #2 Fabrizio Leoni 2015-01-23 00:00
Tecnicamente piuttosto semplice, attenzione però ad affrontarla con il dovuto allenamento,perchè tra avvicinamento e ferrata è piuttosto lunga.
Citazione
0 #1 Matteo Dell'Oro 2015-01-23 00:00
Facile ma non troppo.Gli esperti possono anche provare a farla slegata.Attenzione ai canalini ripidi in mezzo alle rocce.
Citazione

Aggiungi commento