STAMPA                  HOMEPAGE                  RELAZIONE  

 

Via Ferrata Cir -V-

Gruppo dei Cir

2015

 

Dentellata cresta, il Gruppo dei Cir corona a nord il Passo Gardena, dando vita ad una articolata serie di torri e torrioni il più imponente ed alto dei quali è il Gran Cir - 2592mt, mentre il più occidentale è il Piccolo Cir, o Piz da Cir V, qui descritto, la cui salita è tuttavia decisamente più impegnativa del vicino Grande Cir.
AVVICINAMENTO
Lasciata l'auto a Passo Gardena, ci si incammina sulla carrareccia ben visibile che sale alla stazione a monte della cabinovia -Dantercepies- che da Selva di Val Gardena porta alla base del gruppo dei Cir sul versante ovest. Da qui seguendo i cartelli per la "Pitla Cir" -ferrata Piccolo Cir- per un ripido sentiero in circa 20 minuti si arriva all'attacco della via superando nella parte alta alcune roccette ed un breve canalino un po' franoso.
LA FERRATA
Rispetto al punto in cui ci si imbraga, si risalgono alcune facili roccette in direzione di una brevissima scaletta; successivamente si sale in diagonale per un breve ben gradinato che conduce ad una successiva paretina inizialmente verticale ma con ottimi appigli, poi con facile percorso a zig-zag si giunge ad un esposto traverso con l'imponente Gruppo del Sella che ne fà da cornice. Siamo alla base di un breve salto particolarmente verticale ed esposto ma la quantità di appoggi per i piedi lo rendono più addomesticabile del previsto, e così, dopo alcuni gradoni ci si ritrova presso un comodo punto di sosta in vista della croce di vetta del Grande Cir. Un semplice "salto" su gradoni rocciosi ed un innocuo intaglio e termina temporaneamente il cavo in quanto ci si ritrova a percorrere una traccia di sentiero in direzione del successivo ostacolo roccioso che coincide con la vetta finale. Si inizia allora l'ultimo tratto attrezzato, inizialmente attraversando un semplice canalino sbucando su una selletta, che rappresenta anche il bivio per la successiva discesa, dalla quale a sinistra si stacca una fessura verticale dove la presenza di un piolo ne agevola provvidenzialmente il passaggio. La piccola e frastagliata vetta è raggiunta e dopo l'eventuale foto di rito è possibile ridiscender alla sottostante selletta per portarsi presso un vicino pinnacolo dove è possibile sostare in alternativa alla cima continuamente raggiunta da altri escursionisti. Anche qui ottimi panorami sul Sella, Sassolungo, Odle ..
DISCESA
Nei primi metri la discesa coincide con il percorso di salita. Si segue l'evidente cavo che scende nel canalone, si ridiscende una serie di roccette per circa 50mt mantenendosi sul lato sinistro fin quando una traccia di sentiero tra instabili massi e parecchio materiale detritico alla base del canalone dove il sentiero stesso si biforca:a destra si può ritorna all'attacco, a sinistra si scende ulteriormente fino ad una seconda biforcazione; a destra si torna alla stazione a monte della cabinovia e da li si scende a Passo Gardena, mentre a sinistra si percorre il sentiero che porta alla base del Grande Piz da Cir per percorrere eventualmente l'omonimo sentiero attrezzato mantenendosi in quota senza dover necessariamente scendere al Passo.
CONSIDERAZIONI
La via ferrata del Cir V (detto anche Pizzes de Cir) può essere percorsa congiuntamente alla più facile del vicino Grande Cir, in questo caso i 2 attacchi sono collegati da un sentiero che "taglia" a mezzacosta la base dei Cir ed evita di dover scendere al obbligatoriamente fino al Passo.