Alta Via Resiana - Monte Canin

Percorsi non attrezzati,su roccia od in ambiente Alpinistico.

Alta Via Resiana - Monte Canin

Messaggioda alverspir » 31/08/2016, 11:48

Alta Via Resiana - Monte Canin
Nel cuore dell'Alta Via Resiana: dal bivacco Costantini al Monte Canin - ferrata Julia al rifugio Gilberti

Ne ho sempre sentito parlare come un mito per i friulani. Le ore e la fatica che posso solo immaginare, oggi come oggi, non mi lasciano rimpianto alcuno. Ognuno fa il proprio tempo e con gli anni mi riscopro più tollerante nella mia consapevolezza dei miei limiti.
Questo è il racconto del 'cuore' dell'Alta Via Resiana. La parte più bella, più viscerale, che solo i miei trascorsi sulle creste dell'Alpago mi hanno consentito di viverla con appassionata tranquilla concentrazione, godendomi ogni sguardo ed ogni tensione. Fatica a parte.
Quel che resta del giorno... se mi sarà consentito tornerò per la parte che dal Canin prosegue per il Picco Carnizza ed il monte Sart... ma non sarà vitale per il mio ego montano. Anche questo, come per gli anni che passano, è nella parabola discendente ed aiuta il mio zaino ad essere leggero, a pesare meno.
E' la mia prima nelle Giulie, le Alpi Giulie. Monti visti magari da altre cime non molto lontane ma questa volta in immersione.
Sabato pomeriggio, lasciata un'auto a Sella Nevea, ci portiamo in Val Resia. Dopo la lunga risalita fino a fondo valle ci fermiamo per cena a casera Coot. Con l'imbrunire e le inevitabili frontali saliamo con la pancia soddisfatta al bivacco Costantini del CAI Manzano con il timore - pesante, lo ammetto - di trovarlo, anche solo in parte, occupato.
Forcella Infrababa Grande da cui a sinistra sale l'AV. Sotto il torrione al centro il puntino rosso del bivacco.
Immagine

Salendo al bivacco
Immagine
Immagine

Con piacevole sorpresa siamo i soli. Dodici posti in solitudine sotto la rupe di un singolare torrione (Mulaz... ma guarda te!). Fa caldo, anzi, è umido. Ma non il classico umido, un umido pro-secco che comunque ti fa sudare... strana ed insolita sensazione. Mi si è parlato spesso del micro clima di queste montagne ed inizio appena a rendermi conto che è qualcosa di nuovo.
Immagine
Immagine
Immagine

Sotto una volta stellata incomparabile ci lasciamo incantare e lasciamo parlare il silenzio. Nella nostra ignoranza - a volte può essere candidamente bellissima - ritroviamo solo il grande carro ed un puntino rossastro dai bagliori vivi e pulsanti, conveniamo che dovrebbe... potrebbe essere Marte. Un cuore pulsante in un mare di bagliori. Non ho avuto voglia ed intenzione di settare manualmente la macchina per una foto della volta celeste. La mia pigrizia presuntuosa mi porta a considerare che per meritarsi una visione del genere bisogna guadagnarsela salendo e viverla di persona.
Domenica mattina la colazione è bestiale. Le brioches di Maurizio (fatte proprio da lui!) sono pari al caffè ed al tè ancora caldo di Mauro (che Maurizio si è prodigato come carico). MaurizioMauroMichele..., caso vuole che oggi saremo 3M sull'AltaViaResiana.
Con le prime deboli luci saliamo alla forcella Infrababa Grande
Immagine
Immagine
Immagine

dove l'alba ha già permeato la terra slovena regalando da subito le sue dissolvenze.
Immagine

Qui inizia il mio cinema. Mio come novizio. I miei compagni iniziano a parlare una lingua strana, fatta di nomi slavi, pronunce incomprensibili. Di sentieri, forcelle, aggiramenti, cime che solo Dio sa da dove scaturiscano. Io sto in silenzio ad ascoltare la colonna sonora che accompagna gli occhi. In due, questi autodefinititi "non esperti ma solo conoscitori", penso possano sceneggiare una trilogia di queste montagne.
Dalla forcella non parte nulla. No tracce, no tabelle, no segni... no party!. Sappiamo solo che alla nostra sinistra ci guida un'altura, la prima, anonima e che punteggia l'inizio della via. Saliamo tra il verde e le rocce sin sotto una placca dove la targa introduce l'Alta Via Resiana - 1981.
I triangoli rossi, sempre sbiaditi ed a tratti mancanti, sono gli originali della datata apertura. Mi sa che si dovrà 'leggere' la via quando la cresta smetterà di esserne la logica percorrenza.

Piccole famiglie di stelle alpine segnano numerosamente il passo
Immagine

Butto un occhio al sottostante pianoro carsico sloveno, il Kaninski Podi... mi sorprendo un poco nel notare un ridotto accumulo di ghiaie dalle pareti alla mia destra... ambiente carsico che forse lascia scorrere l'acqua riducendone forse in parte il potere di sfaldamento della roccia... forse. Ma va bene così. L'altopiano sloveno, mi si dice, è zona speleologica. Quel che mi accorgo è che la roccia mi pare solida, pur nella sua naturale conformazione
Non faccio a meno di girarmi ogni tanto verso est
Immagine
Immagine

come dietro ad osservare il Baba Grande
Immagine

Dovremmo essere sulla prima cima, il Monte Slebe, ed oltre una successiva cima come pure la dorsale est del Canin... ma questo è ancora poco
Immagine
Immagine
Immagine

Ora si lascia la cresta e si inizia a percorrere una delle numerose, brevi ed appigliate discese presenti lungo la via
Immagine

Incontriamo anche dei divertenti passi tecnici dove mi rendo conto quanto siano vicine - nel mio io - le due creste citate (Alpago e AV Resiana). Mi sento quasi come a casa mia.
Oggi fa caldo, non opprimente ma fa caldo. La roccia è singolarmente bianca. Fa pensare che un ambiente come quello odierno possa essere anche infido in altre condizioni, così come letto e sentito in tante occasioni.
Un viandante locale ci vede e lo invitiamo ad avvicinarsi... non si fa pregare... anzi, ci dice di salutare il Blitz.
Immagine
Immagine

Si allontana con tranquillità, come un arrivederci. Appunti alla mano verifichiamo la quota, i tempi, la posizione ed intanto i due continuano a parlarsi tra loro con tutti quei geroglifici slavi...
Immagine

Un altro tratto di cresta ed il nostro amico, sempre lui, ha trovato da dissetarsi.
Immagine

Riparte e rodo d'invidia per le sue gambe... Troviamo l'unico breve tratto attrezzato (solita ironia, presente qui dove magari era meno essenziale...) da cui si cala la solita intermedia discesa
Immagine
Immagine

Si risale sulla bianca e direi buona roccia opposta
Immagine

scorrendo indietro la buona prima parte dell'Alta Via già percorsa
Immagine

Sul Monte Slebe ora lo sguardo si perde verso il Canin
Immagine
Immagine
Immagine

Ora è chiara la prosecuzione verso i due Canin che sembrerebbero vicini ma in realtà non lo sono
Immagine
Immagine

Sempre lui... credo ci abbia presi in simpatia e non penso abbia occasione di vedere molta gente almeno qua intorno
Immagine

Un veloce colpo d'occhio alle spalle tanto per rendermi conto da dove arriviamo
Immagine

per riprendere a salire (ancora dopo una breve discesa) verso il Cerni Vogu
Immagine

da cui una sosta per quanto percorso...
Immagine

e per quello da percorrere...
Immagine

con i due compari ormai persi ed immersi nei loro termini locali
Immagine

Ora si scende sul serio, con le orecchie ritte, e la cresta diventa sesso con la montagna
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Il tratto erotico scema nei pressi del Porton Sotto Canin e poco più sopra, sul Pod Kaninom dove arriva anche un sentiero da casera Canin, ci affacciamo sulla sud del Canin Basso... ennesima risalita, questa più consistente e fastidiosa
Immagine

Il pezzo più rognoso della giornata, a tratti sfiancante, come spesso trovati per i monti. Sollazzo per il Blitz, tormento per le nostre vecchie giunture. Datemi un III verticale sprotetto piuttosto di questo!
Immagine

Ma ci sono rocce sulla destra, preferisco usare un centimetro dello scarpone su quelle oppure l'aderenza (stupenda su questa roccia bianca!) ma le ghiaie no, fanculo! In effetti un pò sulle rocce, qualche metro sui sassi, il tratto non è poi molto lungo e quanto meno ci porta sul Canin Basso.
Immagine

Dalla cima, maleficamente, una intermedia cima prima del finale Canin Alto (diffidate sempre dei dislivelli virtuali: dal Basso all'Alto porta 30 m, in realtà sono il doppio, alla fine della giornata coi virtuali te lo prendi sempre in saccoccia)
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Ora è visibile la lunga via
Immagine
Immagine

Sbadadam!!! (@blitz ti pago l'obolo) Davanti a noi Montasio, Jou Fuart, Mangart, Triglav, Jalovec, Monte Rosso, Monte Nero, e la lunga cresta est sotto di noi...
Immagine
Immagine
Immagine

La discesa sul post successivo...
Ultima modifica di alverspir il 01/09/2016, 8:09, modificato 18 volte in totale.
Avatar utente
alverspir
 
Messaggi: 1592
Iscritto il: 08/11/2011, 13:09
Località: Favaro Veneto VE

Alta Via Resiana - Monte Canin

Messaggioda alfpaip » 31/08/2016, 12:03

[...] wow [...]
Ultima modifica di alfpaip il 31/08/2016, 19:22, modificato 1 volta in totale.
alfpaip
 
Messaggi: 611
Iscritto il: 12/09/2012, 13:39
Località: Padova

Re: Alta Via Resiana - Monte Canin

Messaggioda alverspir » 31/08/2016, 17:10

Alta Via Resiana - Discesa al rifugio Gilberti

Un breve consulto, una valutazione. Non è tardi ma le gambe reclamano. L'idea iniziale di proseguire per il Picco Carnizza e tagliare il Foran dal Muss fino al rif. Gilberti viene modificata per una un pò più breve. Abbiamo un'auto da recuperare a termine Val Resiana oltre al rientro che per me sarà più lungo. Tutto si rivelerà utile e ben ponderato, almeno diventiamo vecchi per qualcosa... non sempre e non tutti.
Scendiamo per pochi minuti lungo la cresta est per portarci all'uscita della ferrata Julia
Immagine
Immagine

Ferrata recentemente ristrutturata ottimamente, nuovi infissi immacolati, con i coni assorbenti dove serve. Direi un ottimo lavoro. Unica cosa i primi metri basali sulle marmoree placche dove dire aderenza significa nulla... Ma nel complesso divertente e ben articolata, per me che non sono mai incline a percorrere le ferrate in discesa. Si scende velocemente e con tranquillità.
Immagine
Immagine

Con lo sguardo triste di ciò che resta del ghiacciaio del Canin
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Anteprima dal festival del cinema di Venezia
Immagine
Immagine

Il sentiero militare che traversa verso la forcella Bila Pec
Immagine

Sguardo verso il Foran del Muss, famoso per i siti speleologici
Immagine
Immagine

In forcella Bila Pec... ancora semi isolamento
Immagine

Sopra il rifugio Gilberti verso dove regna il rumore, il casino ed i sandali ai piedi...
Immagine
Con questa immagine da lontano chiudo per non inquinare il racconto con quanto visto oltre. Aggiungo solo che, dopo la dovuta birra in rifugio, non abbiamo avuto alcuna remora a scendere in funivia e le gambe dissero: grazie!

A tutti gli effetti una traversata mitica, spaziale. Niente di meno, niente di più.
Ultima modifica di alverspir il 01/09/2016, 8:08, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
alverspir
 
Messaggi: 1592
Iscritto il: 08/11/2011, 13:09
Località: Favaro Veneto VE

Re: Alta Via Resiana - Monte Canin

Messaggioda ONURB » 31/08/2016, 17:24

molto bello....l'ambiente tipico di quelle zone ha un non so che di altri tempi.....sembra quasi montagna di una volta....non so spiegarmi....
immagino che ha organizzato tutto Mauro stavolta......
....tornero' ancora nelle Giulie.....
Mauro o Stic, o qualche altro furlano, avete mai fatto il Triglav? mi dicono che e' alla portata.....anche ferrato bene....ma c'e' la fila x andar su.....da una parte o dall'altra.....ti risulta?
complimenti......
"se rampega prima con la testa,dopo con i pei e solo alla fine con le man" (B.Detassis)
ONURB
 
Messaggi: 777
Iscritto il: 08/11/2011, 18:50
Località: Verona

Re: Alta Via Resiana - Monte Canin

Messaggioda SHERPA61 » 01/09/2016, 13:00

Sono poche le volte in cui mi sento “bene”….un po’ in pace con me stesso…con il mondo.
Sono poche, ma stanno fortunatamente aumentando……

Sono a Stolvizza, sono le 18.00,…. appena stato a recuperare l’auto2 a M.ga Coot e arriverò a casa non prima delle 20.00 (siamo, con gli altri, in piedi dalle 05.45 e “via” dalle 06.30….insomma…..una giornata “piena”….)
Son seduto al bar del paesino della Val Resia con una radler in mano; davanti a me son seduti Stic e Alver…..stanno parlando di non so che cosa, perché in effetti mi son spostato per schivare il fumo della sigaretta di Maurizio; son li che sorseggio la mia radler e li guardo chiacchierare serenamente, non mi ricordo di cosa; so che il paesino è isolato…il sole sta scendendo….abbiamo appena fatto la “Resiana”, e loro sono evidentemente contenti…..molto contenti….della giornata.
Ho studiato la “Resiana” per 20 anni, mi sembrava irraggiungibile per il mio livello iniziale di escursionismo, ora che l’ho appena fatta, stranamente, mi concentro non sulla riuscita ma su sti due qua che mi stan di fronte; uno…. ha 41 anni e l’ha voluta fortemente fare con me….l’altro è un Signore di Montagna…d’antan….che esordiva, dopo centinaia di cime, sulle Alpi Giulie……
Sono poche le volte in cui mi sento “bene”….un po’ in pace con me stesso…con il mondo…..succede quando immagino, penso, spero di riuscire a far qualcosa di buono per qualcuno che merita.
A Stolvizza, alle 18.00 del 28.08.2016 mi son sentito bene.

p.s. ho ancora l’sms dello Stic arrivato il giorno dopo, e prima di cancellarlo (cancello sempre tutto……come se mi vergognassi di meritare qualcosa……e così farò ora…..) lo riporto……perché se è vero che le Montagne non si muovono e son li da millenni….e li saranno tra millenni…..è vero che il modo di salirle e gli occhi che le guardano dipendono da noi….e……. non so fare manovre di corda…..ma su sta cosa cerco di metterci del mio……
“ragazzi, ieri son riuscito a realizzare un sogno, una cosa grande per me, una forte emozione, ….ed ero con voi, con due belle persone , due uomini veri….al bar con la birra in mano o su una stretta cengia a darmi i giusti consigli…GRAZIE” (Stic)
Grazie a te , a voi….e affanculo la privacy.
Ultima modifica di SHERPA61 il 02/09/2016, 6:53, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
SHERPA61
 
Messaggi: 1160
Iscritto il: 13/09/2012, 11:42
Località: Pordenone

Re: Alta Via Resiana - Monte Canin

Messaggioda Blitz » 01/09/2016, 23:46

Penso ci sia poco da commentare, quella che avete fatto non è un' escursione, è un viaggio in tutti i sensi del termine... un viaggio dentro di voi ed un viaggio tra di voi... e soprattutto un viaggio fuori dallo spazio-tempo... un' esperienza oserei dire quasi mistica...

BRAVI.

Bravi e ancora bravi.

PS l' avessi saputo prima, vi avrei detto di avvisare la stambecca che a breve sarei passato in zona a ricambiare :D
Blitz
 
Messaggi: 1542
Iscritto il: 08/11/2011, 22:59
Località: Padova

Re: Alta Via Resiana - Monte Canin

Messaggioda Sergio da Gemona » 02/09/2016, 5:47

Questa volta sono d'accordo con Spritz... cioè volevo dire Bliz ( è meglio che la smetta con gli aperitivi).

In questi luoghi ci si muove in uno spazio non più euclideo, in un tempo non più cronologico.
Sergio da Gemona
 
Messaggi: 202
Iscritto il: 15/01/2014, 20:22

Re: Alta Via Resiana - Monte Canin

Messaggioda Sergio69 » 02/09/2016, 14:05

Giro spaziale! Luoghi veramente magici. :lovemo:
Avatar utente
Sergio69
 
Messaggi: 811
Iscritto il: 28/07/2014, 15:44

Re: Alta Via Resiana - Monte Canin

Messaggioda secondo-grado » 04/09/2016, 10:29

Grazie Alver, davvero; emozionante leggerti.
secondo-grado
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 20/06/2016, 13:43

Re: Alta Via Resiana - Monte Canin

Messaggioda SHERPA61 » 04/09/2018, 9:51

profitto di questo post del Mick (che è un Totem all'Alta via Resiana) per un aggiornamento importante.
son stato da poco al passo Infrababa Grande per salire la Baba Grande e ho potuto verificare in loco, sebbene già al Biv. Costantini avessi trovate tre resiani che me lo avevano anticipato

la Alta via Resiana ha una "bollatura" rinfrescata (dopo decenni ....immagino)
me lo hanno segnalato i tre della Val Resia, ma l'ho verificato io stesso sulla prima rampa che dalla targa iniziale porta allo Slebe; i triangoli rossi ora risultano ben visibili.

una buona news direi, per quanto rimanga un itinerario a carattere "alpinistico" con basse difficoltà ma parecchi disagi oggettivi (mancanza d'acqua, lunghezza, possibilità di peggioramento meteo, nel qual caso fulmini a iosa, ecc.)

namasté
Avatar utente
SHERPA61
 
Messaggi: 1160
Iscritto il: 13/09/2012, 11:42
Località: Pordenone

Prossimo

Torna a Arrampicata ed Alpinismo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti