Tipologia di imbrago

Parliamo di tecniche di progressione,utilizzo attrezzature,materiali,testi,ect..

Tipologia di imbrago

Messaggioda Antermoia74 » 07/02/2020, 21:20

Buonasera a tutti

Finora sono sempre andato con l'imbrago basso, però a detta di molti sarebbe meglio l'imbrago completo o in alternativa, aggiungere un pettorale all'imbrago basso.
Premesso che sono solito viaggiare con zaino mediamente pesante, sono alto 190 cm e il peso è ormai prossimo alle 3 cifre (dovrei perdere chili ma questo è un altro discorso).
Insomma, in configurazione alpinistica sono un po al limite coi carichi di sicurezza dei kit.
I miei dubbi sono i sguenti:
1. In caso di imbrago basso + pettorale, qual'è il modo migliore per collegarli? Che tipo di corda/nodo?
2. Considerando che gli attuali kit a strappo sono progettati e omologati per l'utilizzo con imbrago basso potrebbe essere che con l'imbago intero o con l'aggiunta di pettorale i "risultati" in caso di caduta siano imprevedibili?
Spero di non creare un putiferio e grazie a chiunque vorrà dare dei consigli.
Antermoia74
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 31/07/2017, 20:36

Re: Tipologia di imbrago

Messaggioda fedipos » 08/02/2020, 6:23

Ciao Antermoia. Bella domanda," leggermente" complicata la risposta. Cerco di farla breve, come sai noi speleo sono oltre 35 anni che viviamo su sola corda, sia in discesa che in salita. Quando risali verticali nel vuoto da 150 metri ( 6/7 palazzi da 6 piani uno sopra l'altro) capisci da solo che qualcosa di "sospensione" abbiamo capito. Punto. Per me hai due possibilità: la prima è l'imbrago specifico per ferrata della kong " ferrata full kong" . E per me mi fermerei qua. La seconda opzione, comunque da non scartare a priori, è l'aggiunta di un pettorale da catalogo Repetto sport,il Rock empire-otto ,totalmente regolabile e buono per tutte le corporature.Lo colleghi semplicemente con una fettuccia da rinvio della lunghezza giusta che separa i due pezzi. Io vedo bene anche questa soluzione perchè se vai a fare un percorso attrezzato, dove non sei appeso ma semplicemente in sicura, ti porti dietro solo la parte alta e ti togli la menata dei cosciali. per quanto riguarda il tipo di dissipazione non vedo problemi. Adesso sarai sommerso da un milioni di scienzini che diranno tutti la loro. Ne hanno diritto, tu ragiona e valuta.Salutoni.
fedipos
 
Messaggi: 1638
Iscritto il: 08/11/2011, 22:07

Re: Tipologia di imbrago

Messaggioda dokkodo54 » 08/02/2020, 11:22

Questa del kit con dissipatore "a strappo" omologato per il solo uso con l'imbrago basso (punto "2") mi giunge nuova.
Te l'ha detto qualcuno o l'hai letto da qualche parte, Antermoia ? Puoi citare la fonte ?

La norma di riferimento per questi DPI è la EN958. Io ho l'edizione del 2006: non mi risulta che vi si parli di imbragature.
La norma però è cambiata nel 2017. Per chi volesse approfondire segnalo questo link:
http://www.caimateriali.org/images/pdf/ ... errata.pdf
Nonostante diverse novità importanti, mi pare che nemmeno qui si parli di imbragature.

Se prendo un libretto di istruzioni di un set a strappo, ad esempio questo:
https://cdn1.salewa.com/media/pdf/36/1e ... b46130.pdf
si vede chiaramente l'utilizzo con imbragatura bassa, completa e combinata (figura "B").
Il produttore del suddetto set dichiara le certificazioni EN 958:2017, UIAA 128.

Per indicazioni su come collegare il set in generale e i due elementi dell'imbragatura (combinata) in particolare, rimando a questo link:
http://www.caimateriali.org/images/pdf/ ... 1-2016.pdf
(dello "scienzino" Bressan :lol:)

Detto questo, il mio consiglio, Antermoia, (oltre a dimagrire :lol:) è di astenerti dal mettere in pratica tecniche delle quali non sei certo al 100% e alle quali affidi la tua vita.
Se vai in ferrata spesso con uno zaino pesante e hai timore del ribaltamento in caso di caduta, comprati un imbrago completo che abbia il collegamento al set il più semplice possibile.

Quanto al "consiglio" di utilizzare solo il pettorale "togliendo la menata dei cosciali", mi dissocio.
Questi dispositivi vanno utilizzati sempre in abbinamento a una imbragatura bassa, mai da soli. La ragione è abbastanza ovvia...

Buone Montagne,
dokkodo

P.S. fedipos, il tuo riferimento agli "scienzini", benchè mitigato da un "ne hanno il diritto", mi fa temere qualche incrinatura nel tuo proposito di evitare la polemica. Spero vivamente che non sia così.
"La via verso la cima è come il cammino verso se stessi, solitario" (Alessandro Gogna)
Avatar utente
dokkodo54
 
Messaggi: 918
Iscritto il: 07/12/2014, 22:56
Località: alle pendici dell'Appennino, fra Mòdna e Bulåggna

Re: Tipologia di imbrago

Messaggioda gianverd » 08/02/2020, 11:53

Antermoia74 ha scritto:Premesso che sono solito viaggiare con zaino mediamente pesante, sono alto 190 cm e il peso è ormai prossimo alle 3 cifre (dovrei perdere chili ma questo è un altro discorso).

Ho delle perplessità sul portare uno zaino pesante in ferrata.
saluti
GV
Avatar utente
gianverd
 
Messaggi: 460
Iscritto il: 09/11/2011, 10:28
Località: Treviso

Re: Tipologia di imbrago

Messaggioda fedipos » 08/02/2020, 12:00

Assolutamente fuori dalle polemiche. Per il pettorale alto ho specificato il tipo,generico, di utilizzo, che varia ovviamente dal livello della persona ,ossia dalla sua sicurezza nel muoversi per crozzi. Io personalmente su una Bepi Zac non userò mai il completo, ma sulla praticità non demordo. Se devi calarti le brache per un qualunque motivo, con il pettorale e il basso resti sempre assicurato, se ti devi togliere il basso? Sai perchè la metto sullo spiritoso? Perchè io ho fatto sicura con la corda che ho sempre dietro, a un ferraiolo con un attacco di cacca. La scena era da filmare!!!!! L'ho legato e calato su una cengetta sottostante, ma era veramente una comica.
fedipos
 
Messaggi: 1638
Iscritto il: 08/11/2011, 22:07

Re: Tipologia di imbrago

Messaggioda dokkodo54 » 09/02/2020, 21:27

Divertente e goliardico aneddoto... :lol:
Chissà, forse lo sventurato "ferraiolo" aveva appena letto il post "Che voja de cagar" su questo forum... :lol: :lol: :lol:

Ma si sa, nel momento dell'impellente bisogno la creatività può raggiungere livelli impensati. Ci si può togliere dalla merda (in senso letterale) persino con l'imbrago basso.
Che poi il problema più grosso mica ce l'ha il soggetto.
Ce l'hanno quelli che stanno sotto.
E nemmeno lo sanno :lol: :lol: :lol:
"La via verso la cima è come il cammino verso se stessi, solitario" (Alessandro Gogna)
Avatar utente
dokkodo54
 
Messaggi: 918
Iscritto il: 07/12/2014, 22:56
Località: alle pendici dell'Appennino, fra Mòdna e Bulåggna

Re: Tipologia di imbrago

Messaggioda fudos » 11/02/2020, 12:16

IL PIU ESPLICITO SATVOLTA IL BUON DOKKODO... complimenti te si che vai in montagna...
Avatar utente
fudos
 
Messaggi: 1324
Iscritto il: 03/11/2011, 7:45

Re: Tipologia di imbrago

Messaggioda Antermoia74 » 12/02/2020, 21:06

Ringrazio Fedipos (e anche Dokkodo) per i consigli preziosi. Mi fa piacere che il discorso abbia preso una buona piega e non ci sia stata la solita rissa da osteria.
Saluti a tutti e buone camminate!
Antermoia74
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 31/07/2017, 20:36


Torna a Equipaggiamento-Tecnica-Materiale informativo.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti