Via normale all'Antelao

Percorsi non attrezzati con difficoltà tecniche contenute.

Via normale all'Antelao

Messaggioda Storm Sentry » 12/02/2012, 15:05

Vi chiedo due info sulla via in questione...
che sarebbe poi quella che sale in vetta dalla parte nordda San Vito di Cadore passando per il bivacco "cosi"..

Immagine

nella carta tabacco parlano di circa 1000 metri di dislivello, con un sentiero che, a parte qualche volta che occorre metterci le mani, non viene giudicato più complicato della via normale alla Tofana di Rozes


ora, io la normale alla Rozes l'ho fatta (non quella con la Lipella dalla parte del castelletto, ma dalla parte del Giussani) e, a parte i 1300 metri di dislivello non mi pareva tecnicamente impossibile...

se non che sull'Antelao nella scorsa stagione ci è scappato il morto...e alcuni la giudicano MOLTO ardua...

se qualcuno di voi l'ha fatta...mi può confermare o smentire? sarebeb uno degli obiettivi per il 2012...però non voglio fare il passo + lungo della gamba...
grassie
Arrivi in cima dopo aver rinunciato a tutto quello che credevi necessario alla sopravvivenza e ti trovi solo con la tua anima.In quel vuoto puoi esaminare,in un'ottica diversa,te stesso e tutti i rapporti e gli oggetti che fanno parte del mondo
Avatar utente
Storm Sentry
 
Messaggi: 1513
Iscritto il: 03/11/2011, 10:29
Località: Belluno

Re: Via normale all'Antelao

Messaggioda Arterio Lupin » 12/02/2012, 18:13

Calma bocia...

Se ti va bene sono solo 1700 di dislivello, non 1000...

ma contane almeno 1800-2000.

Il consiglio è partire alle 4 di mattina, abbondanti liquidi.

Difficoltà: passaggi fino al II grado, alcuni punti MOLTO esposti, placche che sembrano lisce.
Nulla di straordinariamente difficile, per carità.. Per esperti non è certamente difficile.

Ricordati, però, che si tratta della seconda vetta delle Dolomiti, 3263 m., severa ed esigente dal punto di vista fisico.
Puoi guadagnare qualcosa se vai a dormire al Galassi...

Io, però, se qualcuno ha la condizione giusta, suggerisco senza pensarci due volte di partire prima dell'alba e con la frontale salire alla forcella..Con l'alba comicniare a salire verso i lastoni...

Arrivare in vetta al massimo tra le 10 e le undici, che la discesa è lunga (e di gran lunga più ardua della salita, capirai sui lastoni cosa voleva dire il vecchio Arterio).

Insomma, detta in breve, per l'una e mezza al massimo devi essere fuori da tutte le peste!! Non vorrei MAI trovarmi col temporale sull'Antelao...

Se parti per le 04.00 dal parcheggio dello Scotter (informati sulla transitabilità della stradina) per le 09.30 / 10.00 pause comprese sei in vetta.
Per le dieci e mezza riparti... All'una sei al Galassi a mangiare e poi anche se vine giù il diluvio chi se ne frega... Fino allo Scotter il resto è un'autostrada!!!

Fino al Bivacco Cosi tranquillo, EE. Dal Bivacco alle vetta, parecchi tratti di II grado, esposizione e lastroni scivolosi.
Arterio Lupin
 

Re: Via normale all'Antelao

Messaggioda Storm Sentry » 12/02/2012, 19:59

messaggio ricevuto...

pare che quindi la normale alla Rozes suia sensibilmente più facile della normale all'Antelao.
ne terrò conto


grazie per la risposta precisa ed esauriente
Arrivi in cima dopo aver rinunciato a tutto quello che credevi necessario alla sopravvivenza e ti trovi solo con la tua anima.In quel vuoto puoi esaminare,in un'ottica diversa,te stesso e tutti i rapporti e gli oggetti che fanno parte del mondo
Avatar utente
Storm Sentry
 
Messaggi: 1513
Iscritto il: 03/11/2011, 10:29
Località: Belluno

Re: Via normale all'Antelao

Messaggioda alverspir » 13/02/2012, 9:18

Ciao Storm, due parole su quanto da te postato.
Le due normali prese in paragone le ho trovate alquanto diverse. Per carità, di carattere alpinistico entrambe ma quella all'Antelao decisamente più più.
E' impegnativa e (o meglio) delicata in tutti i vari tratti. Il salto roccioso, dopo aver passato l'iniziale anfiteatro, e ben verticale se non altro per il pericolo che qualcuno sopra di te scarichi sassi (purtroppo!).
Come ben marcato da Arterio le famose 'laste' possono essere subdole soprattutto in discesa e magari con condizioni non ottimali (bagnato, neve,...).
Poi, dopo il bivacco Cosi (senza obbligo di passaggio peraltro), ci sono alcuni brevi tratti da superare alpinisticamente parlando.
Infine verso la cima bisogna stare accorti perchè il tratto finale non è certo un 'sentiero'.
Indi... bel tempo e buone condizioni anche per gustare il panorama da sopra.
In discesa ti posso garantire che non corri (le laste non perdonano).
Non è mio intento fartela più seria di quello che è ma se è una montagna che nella sua storia ha lasciato strascichi nela sua 'normale' un motivo ci sarà.
C'è parecchia gente che la fa in giornata dallo Scotter (1800-1900 appunto), ma io ti consiglio di dormire al comodissimo Galassi e alla mattina presto risali brevemente in forcella e te la gusti tutta; poi in compagnia una notta in rifugio è sempre divertente.
Non ho foto da mostrarti perchè fino a pochi anni fa facevo solo diapo ed al momento non ho ancora provveduto alle scansioni in digitale ma nel web dovresti trovare qualcosa.
Avatar utente
alverspir
 
Messaggi: 1592
Iscritto il: 08/11/2011, 13:09
Località: Favaro Veneto VE

Re: Via normale all'Antelao

Messaggioda Storm Sentry » 13/02/2012, 22:56

grazie mille ragazzi...ne terrò conto...
Arrivi in cima dopo aver rinunciato a tutto quello che credevi necessario alla sopravvivenza e ti trovi solo con la tua anima.In quel vuoto puoi esaminare,in un'ottica diversa,te stesso e tutti i rapporti e gli oggetti che fanno parte del mondo
Avatar utente
Storm Sentry
 
Messaggi: 1513
Iscritto il: 03/11/2011, 10:29
Località: Belluno

Re: Via normale all'Antelao

Messaggioda muress » 14/02/2012, 13:52

Tu mi anticipi. Come già scritto da un'altra parte ho serie intenzioni di fare l'alta Via numero 5 nel 2013. La salita all'Antelao per la normale è una delle tappe, anzi a dire il vero è una variante, forse la più impegnativa, ma va fatta. Se hai pazienza di aspettare un anno oppure di ripetere l'ascensione l'anno dopo, contami.
Per quanto riguarda le difficoltà tecniche, so che presenta tratti alpinistici e che non è semplice per nulla. Ben più dura della normale alla Lipella che ho rifatto (in discesa) la scorsa estate, con ghiaccio, una caviglia malmessa e un ginocchio rabbrecciato. Non immagini che goduria.
Sarebbe da affrontare con uno esperto....ad esempio Alverspir :okkemo: . Piuttosto Alver, non avevi detto che ti mancava? O mi confondo con la ferrata del ghiacciaio dell'Antelao?
muress
 
Messaggi: 471
Iscritto il: 10/11/2011, 14:04
Località: Rimini

Re: Via normale all'Antelao

Messaggioda alverspir » 14/02/2012, 14:12

In effetti mi manca la ferrata sul ghiacciaio dell'Antelao che vorrei comprendere nel tratto rif. Galassi- rif. Antelao.
Sull'Antelao ci sono stato 2 volte, ma ho un conto in sospeso con 'LUI', in quanto entrambe le volte ho beccato nebbia in cima.
In verità avrei in programma una alpinistica sulle cime a sud est dell'Antelao, il che potrebbe comportare (eventualmente) la discesa per la normale... quindi non è detto che non si possa combinare in questo senso.
Certo che se stai facendo l'alta via e mi dici che il giorno x sei al Galassi per fare l'indomani l'Antelao (se non siamo impegnati con altro), veniamo sù e ci vediamo al Galassi per cena e la cima il giorno dopo... volentieri.
Avatar utente
alverspir
 
Messaggi: 1592
Iscritto il: 08/11/2011, 13:09
Località: Favaro Veneto VE

Re: Via normale all'Antelao

Messaggioda Fitman68 » 14/02/2012, 14:23

Vorrei farla anch'io per l'estate prossima, dunque........ci si può mettere daccordo
Fitman68
 
Messaggi: 629
Iscritto il: 08/11/2011, 16:27
Località: Verona

Re: Via normale all'Antelao

Messaggioda muress » 15/02/2012, 17:11

alverspir ha scritto:In effetti mi manca la ferrata sul ghiacciaio dell'Antelao che vorrei comprendere nel tratto rif. Galassi- rif. Antelao.
Sull'Antelao ci sono stato 2 volte, ma ho un conto in sospeso con 'LUI', in quanto entrambe le volte ho beccato nebbia in cima.
In verità avrei in programma una alpinistica sulle cime a sud est dell'Antelao, il che potrebbe comportare (eventualmente) la discesa per la normale... quindi non è detto che non si possa combinare in questo senso.
Certo che se stai facendo l'alta via e mi dici che il giorno x sei al Galassi per fare l'indomani l'Antelao (se non siamo impegnati con altro), veniamo sù e ci vediamo al Galassi per cena e la cima il giorno dopo... volentieri.


te rason...adesso mi ricordo. Ci sei stato ma la nebbia ti ha fregato due volte. Certo che ti terrò informato quando (e se) farò l'alta via e salirò sull'Antelao.
muress
 
Messaggi: 471
Iscritto il: 10/11/2011, 14:04
Località: Rimini

Re: Via normale all'Antelao

Messaggioda Storm Sentry » 16/02/2012, 14:26

allora deciso...SE VADO....e dico SE VADO mi sa che la farò in due giorni con tappa al galassi..


affascinante sarebbe l'idea di fare tappa al cosi...così si vede l'alba dalla cima...ma mi sa che è un'idea da agosto inoltrato...
Arrivi in cima dopo aver rinunciato a tutto quello che credevi necessario alla sopravvivenza e ti trovi solo con la tua anima.In quel vuoto puoi esaminare,in un'ottica diversa,te stesso e tutti i rapporti e gli oggetti che fanno parte del mondo
Avatar utente
Storm Sentry
 
Messaggi: 1513
Iscritto il: 03/11/2011, 10:29
Località: Belluno

Prossimo

Torna a Escursionismo-Trekking

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 2 ospiti