Saldi alle Odle - 3 x 2

Percorsi non attrezzati,su roccia od in ambiente Alpinistico.

Saldi alle Odle - 3 x 2

Messaggioda alverspir » 31/08/2017, 11:45

Saldi alle Odle - 3 x 2

Confesso che dopo aver visto il post di Blitz sulle Odle (con medesimo PP peraltro) pensavo all'ennesima corsa-rincorsa, ma in effetti lui ci è salito prima di noi e conoscendolo non credo ne abbia parlato a chicchessia dei suoi propositi.
Ad ogni modo come uscita post ferragosto nel bel mezzo della settimana puntiamo una due giorni sulle Odle. Gruppo che non avevo mai toccato con mano (e piede...). In tema e spirito di 3000 dolomitici pensiamo alle due Furchette col proposito - per me che non c'ero ancora stato - di salire e traversare eventualmente il Sass Rigais. La mia idea (anche chiamata "salvaguardia-postgiovanile") era di salire a Col Raiser cogli impianti e con 1000 m il giorno1 ed altri 1300 il giorno2 ridiscendere in automazione.
Ma i giovani si sa, poco rispetto portano... Acconsento comunque di condividere al programma dei compagni con la partenza dalla Val di Funes. Per me vale sempre la stessa regola, se non ne avessi mi fermo e aspetto, tanto di qua dovrete ripassare...
Per il primo giorno l'incognita sono i saliscendi che incontreremo e che mi lasciano dubbi sui metri che perderemo strada facendo, sono quelli che si sentiranno nelle gambe, almeno nelle mie...

day 1

Levataccia bestiale alle 03.30 (fuso orario di Venezia), ritrovo in CatsEater Land con Dario e recupero di Stefano a Trento Sud. Risaliamo la Val di Funes e partiamo da malga Zannes dove l'accoglienza delle Odle è indubbiamente unica!
Immagine

Immagine

Immagine

Saliamo verso forcella de Furcia dove arriva il sentiero dal rifugio Genova e fanno capolino abbozzi di cime e forcelle
Immagine

Immagine

Oltre la forcella si apre quanto di bello gli occhi possano sperare
Immagine

Come pure la prima seppur breve discesa (la prima della serie)
Immagine

Lo scenario si fa immenso come pure le aspettative
Immagine

C'è un brulicar di persone verso forcella de La Roa, d'altronde siamo sull'AV2 e la giornata è splendida...
Immagine

Come percorso dal Blitz pochi giorni prima lasciamo il sentiero principale e deviamo per forcella Munt da l'Ega non senza traversare ambienti particolari
Immagine

Qualche ravanamento per arrivare in forcella ma neanche troppo
Immagine

Oltre il valico sopra la Val Mont da l'Ega fa capolino la nostra cima, dietro il presente Sas de La Porta, la Piccola...
Immagine

Dietro ombre e luci sul Puez
Immagine

La lunga ed isolata Val Mont da l'Ega non nasconde l'intermedia discesa, questa più consistente...
Immagine

Scarichiamo il peso superfluo e risaliamo il vallone circondati dalle cime in fronte ed alle spalle
Immagine

Immagine

Immagine

Giungiamo a forcella La Porta, trivio-valico tra l'Odla de Valdusa, la Piccola Furchetta ed il Sas de La Porta
Immagine

La Piccola si presenta da subito con i suoi impegni iniziali tanto per scoraggiare chi avesse dei dubbi
Immagine

Immagine

Sopra l'attacco le cose si fanno più tranquille trattandosi di una risalita alqunato lineare essenzialmente a sinistra della cresta
Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Sino alla cima dove ci accoglie poco distante la vista della Gran Furchetta, pochi metri più alta e separata da una vertiginosa spaccatura
Immagine

Lo spettacolo è immenso. Verso Puez ed il vicino Sas de La Porta
Immagine

L'ancor più vicino Sass Rigais
Immagine

In cima ci sono praticamente tre blocchi rocciosi allineati. Sotto quello centrale (visto che mancava... - info di qualche giorno prima da Alfpaip) lasciamo un contenitore di latta con un libretto di vetta ricoperto di sassi, magari se qualcuno ci sale potrebbe chiuderlo dentro un robusto sacchetto.

Scendiamo con cautela e scopro di aver mancato, in salita, un angolo particolare...
Immagine

Immagine

Immagine

Due brevi doppie e scendiamo all'attacco dove ci godiamo i dintorni (alla seconda rinveniamo il secondo nuovo chiodo lasciato recentemente da Alfpaip, pur da lui firmato... grazie vecio!)
Immagine

Immagine

Immagine

In mezz'oretta i due compari salgono anche il vicino Sas de La Porta. Io sto pensando... su-giù-su-giù-su-giù e poi ancora da fare giù-giù... credo che - per me - non stracciarla sia buona cosa... pensando in particolare anche al giorno dopo... aspetto e mi godo in isolamento le cime. Mille pensieri con le note di "Carpet Crawlers" dei Genesis solo per me...

Inizia la lunga e per tratti piacevole discesa in ambienti che riservano ad ogni svolta, ad ogni angolo, qualche sorpresa, qualche novità
Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Intravvedo al culmine della Val Salieres, ed a destra del Sass Rigais, le Furchette. A sinistra la Grande ed a destra la nostra Piccola
Immagine

Immagine

Ormai in vista del rifugio Firenze le ultime istantanee
Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Verso sera i colori scaldano le cime vicine...
Immagine

...e stempera i profili del Sassolungo
Immagine

Giornata piena. Viaggio in auto lunghissimo, salite, discese, giusta attenzione sulla Piccola, lunga discesa... Ci vuole una cena e soprattutto un pò di ore di sonno... Oggi alla fine sono stati 1600 m e domani ci aspetta n'altra bella sgroppata e senza contare poi il lungo rientro a malga Zannes (e pure il viaggio di ritorno dai...). Cmq, stessi propositi, stesse intenzioni...

good night...
Ultima modifica di alverspir il 04/09/2017, 15:44, modificato 3 volte in totale.
Avatar utente
alverspir
 
Messaggi: 1592
Iscritto il: 08/11/2011, 13:09
Località: Favaro Veneto VE

Re: Saldi alle Odle - 3 x 2

Messaggioda alverspir » 31/08/2017, 11:50

...good morning

day 2

Notte abbastanza tranquilla e discreto riposo. Ci si alza per la colazione e scopriamo piacevolmente che le temperature esterne sono decisamente salite. Anche oggi il meteo dovrebbe tenere, almeno fino alla prima parte del pomeriggio.

Prima di incamminarci un doveroso sguardo su Sassolungo ed Alpe di Siusi
Immagine

Risaliamo verso nord, verso la Val Salieres. Le gambe rispondono abbastanza ed il ritmo blando, blando stay marlon è d'obbligo
Immagine

La parte bassa della valle presente un tratto fastidioso di ghiaie instabili pur dove la traccia è ben marcata. Non dura molto e lo sguardo sale verso le Furchette. A destra la Piccola con lo sviluppo della seconda parte della salita del giorno prima. A sinistra la Gran di cui si intuisce bene la prima metà della salita mentre la terminale è nascosta dietro la torre sommitale.
Immagine

In breve si arriva a forcella Salieres anche punto di partenza per la ferrata Ovest del Sass Rigais
Immagine

Alcuni sono già sul tracciato, diversi altri stanno risalendo la valle e sarà così per tutta la mattinata (come pure il primo pomeriggio... bah!)
Immagine

Sul pendio opposto alla ferrata risaliamo lo zoccolo basale dove abbiamo modo di saggiare da subito la consistenza rocciosa, come le macchie detritiche...
Immagine

Sotto l'evidente nicchia scura un solido traverso esposto ci permette di portarci verso nord-ovest
Immagine

Inizia un lungo e facile traverso ascendente che consente, lungo cengette e brevi salti di roccia, di avvicinare la cresta nord-ovest e di recuperare dislivello
Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Arriviamo sotto l'anticima
Immagine

Qui si gioca con la roccia e con qualche discreto tratto di esposizione. Le gambe girano, la stanchezza è ancora ben contenuta ma soprattutto la testa è presente. Qui mi diverto...
Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Meteo quasi perfetto, temperature ideali, viste spaziali
Immagine

Lungo la breve cresta sommitale con vista sulla vicina Piccola, in secondo piano il Sas de La Porta e più lontano il Puez
Immagine

Si scende ripercorrendo gli stessi passi della salita e ci riportiamo a forcella Salieres dove continuano a giungere piccoli gruppi per la ferrata al Sass Rigais.
Immagine

Breve pausa e valutato che sono solo le 12.30 confermiamo le nostre intenzioni per la salita sul terzo 3000,il Sass Rigais. In verità Dario e Stefano vi erano già saliti, mancava a me... grassie fioi
Immagine

Immagine

Lungo la ferrata mi giro a riprendere ognitanto le Furchette ripercorrendo con lo sguardo le linee di salita di qualche ora prima
Immagine

Stefano percorre la ferrata con agilità, io comincio a sentire la stanchezza...
Immagine

Mi concedo qualche pausa con la scusa delle foto
Immagine

La croce sommitale è un buon vedere e regala quell'energia virtual-mentale per chiudere
Immagine

Dalla cima del Sass Rigais verso est mi godo il riposo col solo pensiero che da questo momento sarà solo discesa (quasi...)
Immagine

Est e sud
Immagine

Immagine

Un gracchio si stampa davanti al gruppo del Sella... mi dice di aver incontrato el sior Blitz solo pochi giorni prima... ma di non averlo compreso tanto bene... mi da qualche info come local... come di consueto
Immagine

Scambiamo qualche parola con un gruppetto di Lodi e Parma e dopo qualche foto assieme scendiamo cercando di anticipare ogni eventuale bizza del meteo.
Immagine

La ferrata di discesa sul versante sud-est è lunghetta con tratti belli ripidi e lunghe attrezzature. Comincio a sentire le braccia pesanti ed anche mentalmente sento il mio allontanamento graduale dal mondo delle ferrate che ormai si stanno inesorabilmente allontanando.
Immagine

Il tempo si sta scurendo... Sulla Fermeda grosse ombre scure sfumano le crode. Sembrano addensamenti isolati, sparpagliati, per il momento non pare niente di troppo importante.
Immagine

Individuiamo la variante alta della ferrata di discesa che dovrebbe portarci a forcella de Mesdì per svalicare sul versante nord
Immagine

Incontriamo gente in salita (con ancora ben altra da fare...) su questo versante verso il Sass Rigais. Mi chiedo a che ora siano partiti da Col Raiser... Non è che l'arrivo in funivia faccia pensare a qualcuno di poter iniziare a camminare tardi? Non sarebbe la prima e neanche l'ultima volta.

Al bivio proseguiamo a destra. Se le due salite della ferrata sono spesso intasate qui non incontriamo nessuno. Dopo il Blitz qualche giorno prima credo che siam passati solo noi. L'ambiente è bello, i tratti ferrati meno presenti e l'ambiente più selvadego.
Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Le funi terminano ed inizia un tratto quasi spettrale su ghiaie, sabbie, canalini dentro una miriade di torrioni e guglie
Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Pure i colori si "pastellano" su tonalità rosate o poco più rossiccie
Immagine

Immagine

Forcella de Mesdì sembra tanto isolata quanto un grande parcheggio per escursionisti in cerca di isolamento
Immagine

Immagine

Ci buttiamo sul versante nord. Il lungo canalone costante nella sua ripidità ha una prima parte con qualche tratto lineare e poche ampie svolte. Nella seconda un'infinita serie di tornantini (credo di averne contati almeno 50... la mente impegnata aiuta la sua vigilanza ad affrontare la fatica)
Immagine

Immagine

Lasciamo il segnavia ed imbocchiamo una scorciatoia che ci consente di tagliare gli ultimi tornanti ed abbassarci ad incrociare il sentiero verso malga Casnago
Immagine

Lungo questa breve scorciatoia verso le pareti nord del Sass Rigais notiamo strane e verdicole stratificazioni in un ambiente tanto rovinoso quanto surreale... e dietro spunta timidamente la Gran Furchetta
Immagine

Immagine

Furchette, Sass Rigais, Fermeda... what else?
Immagine

Ripreso il segnavia beffarda conferma di dover risalire ancora per almeno una novantina di metri. Sbuffo e sacramento... cerco solo di consolarmi con qualche vista alle spalle
Immagine

Sbuchiamo sopra malga Casnago, un posto paradisiaco sia verso i verdi e le più settentrionali Eores...
Immagine

...che verso le cime appena lasciate
Immagine

Lungo la discesa che ci riporta a malga Zannes (ed al meritato riposo aka birra) qualche ultimo colpo d'occhio sulle Odle
Immagine

Immagine

Immagine

Ed anche per oggi è andata con altri 1500 e tanta voglia di una buona birra, una buona doccia, un buon sonno. Toccate con mano, le Odle si sono rivelate magiche e decisamente attraenti. La loro separazione come gruppo montano regala un approccio quasi intimo con le varie cime che disegnano suggestivi profili e linee spettacolari.
Grazie ancora a Dario e Stefano per la compagnia, la condivisione e anche il fatto che si sono sobbarcati il peso delle due mezze da 30 per i due giorni.
Ora mi aspetta un lungo rientro al fuso orario di Venezia via Trento, Piovene Rocchette e A4.
Arriverò a casa per le 22.30 ed il giorno dopo rientrerò al lavoro. Ma chissenefrega...
Avatar utente
alverspir
 
Messaggi: 1592
Iscritto il: 08/11/2011, 13:09
Località: Favaro Veneto VE

Re: Saldi alle Odle - 3 x 2

Messaggioda SHERPA61 » 31/08/2017, 12:23

no comment.....

anzi.....comment.....

:lovemo: :lovemo: :lovemo: :lovemo:

cinema puro......spettacolo allo stato puro.....le più belle Montagne del globo terraqueo...

grande trio.....soprattutto il :vekemo: :vekemo: :vekemo: vecchiaccio.....3200 md in due giorni....a 60 anni..!!...quasi 61.... :shock: .....é da protesi all'anca (o ginocchio...a scelta)
Avatar utente
SHERPA61
 
Messaggi: 1160
Iscritto il: 13/09/2012, 11:42
Località: Pordenone

Re: Saldi alle Odle - 3 x 2

Messaggioda Sergio69 » 31/08/2017, 12:46

Complimenti.
Giro stupendo :lovemo: :lovemo: :lovemo: e foto bellissime come sempre.
Avatar utente
Sergio69
 
Messaggi: 810
Iscritto il: 28/07/2014, 15:44

Re: Saldi alle Odle - 3 x 2

Messaggioda michelin75 » 31/08/2017, 13:13

Solo una cosa vorrei dirti caro Alver, solo una, tralasciamo il fatto dei complimenti per la tua forma fisica ok?
Io ti dico solamente che raramente trovo anche solo qualcosa che assomigli ai tuoi post in libreria. E ne giro tante di librerie ed in ognuna mi vado sempre a visitare la sezione natura, outdoor e quant'altro. Solo per farti un esempio, l'altro giorno mi ritrovo appunto in libreria e sfoglio questo libro sulle dolomiti di Brenta, belle foto, bei racconti certo, ma nulla di paragonabile alle foto ed alle descrizioni che tu dai dei tuoi giri. Giro la copertina ed il prezzo del libro? SBADABAM, come piace al Blitz...50 € per una quarantina di pagine.... Io ti dico un'altra cosa, Vieferrate.it e tutti gli utenti che si approcciano a questo forum devono solo che ringraziarti dell'apporto narrativo gratuito che dai, anche perchè se esiste ancora questo sito è solo ed esclusivamente grazie ai tuoi e di pochi altri utenti (e loro lo sanno) contenuti pubblicati...il resto è fuffa...!!!

Abbraccio

Michelin75
Avatar utente
michelin75
 
Messaggi: 348
Iscritto il: 22/08/2014, 13:23

Re: Saldi alle Odle - 3 x 2

Messaggioda ONURB » 31/08/2017, 13:38

Grande Michele ......soprattutto a non farti tentare dal salire dalla val Gardena e prendere la funivia del Col Raiser.......come avevo fatto io x la Sass Rigais :nooemo: .. :P ...d'altronde ,visto i compagni di quei giorni,era impossibile anche solo pensare di sfruttarla........me par pero' che il "magnagatti" abbia messo su un po' di pancetta....... :D Fit invece sempre impeccabile,inossidabile......
le Odle sono magnifiche....soprattutto ,se viste e salite dalla Val di Funes .....un bel percorso attrezzato che volevo segnalare e che non ho mai visto postare in questo forum,e' il G.Messner sulle Odle di Eores .....bel sentiero di cresta con in faccia tutta la sfilata degli "aghi" .....anche lungo .....facile.....
"se rampega prima con la testa,dopo con i pei e solo alla fine con le man" (B.Detassis)
ONURB
 
Messaggi: 777
Iscritto il: 08/11/2011, 18:50
Località: Verona

Re: Saldi alle Odle - 3 x 2

Messaggioda fudos » 31/08/2017, 13:46

la montagna con i saldi... e che poema.... :naaemo: :arremo: :nooemo: :vekemo: :tieemo: :maaemo: :mmemo: :mmemo: :mmemo: :mmemo: :mmemo:
Avatar utente
fudos
 
Messaggi: 1317
Iscritto il: 03/11/2011, 7:45

Re: Saldi alle Odle - 3 x 2

Messaggioda alfpaip » 31/08/2017, 14:42

come già vi dissi in separata sede... GRANDI, RAGAZZI!!!

due giorni da sogno in un ambiente con pochi eguali... :lovemo: ... il tutto raccontatto con la consueta classe e poesia (e con un sacco di foto, questa volta, eh?! :lol: )...

avevo anch'io in programma la grande furchetta qualche giorno prima di voi, ma questioni logistiche mi hanno dirottato sul sasso di valfredda... vabbé, tanto non scappa... 8-)


p.s.
felice di poter essere stato io utile con qualche piccola info, una volta tanto :)
alfpaip
 
Messaggi: 609
Iscritto il: 12/09/2012, 13:39
Località: Padova

Re: Saldi alle Odle - 3 x 2

Messaggioda Blitz » 31/08/2017, 20:26

Aaaaaah adesso ho capito :lol:

A volte capita di corrersi dietro, vedi 2 anni fa con la Cengia Paolina...

mi lusinga avere (almeno in parte) i tuoi stessi gusti
Blitz
 
Messaggi: 1542
Iscritto il: 08/11/2011, 22:59
Località: Padova

Re: Saldi alle Odle - 3 x 2

Messaggioda VinciMountain » 01/09/2017, 7:33

in questo caso è quasi "facile" farvi i complimenti!

da parte mia sono complimenti veri! bravi ragazzi!!

la Gran Furchetta mi manca e mi avete stuzzicato parecchio!
Avatar utente
VinciMountain
 
Messaggi: 1006
Iscritto il: 08/11/2011, 18:55
Località: val di Fiemme/val di Fassa

Prossimo

Torna a Arrampicata ed Alpinismo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

cron