CENGIA PAOLINA - Tofane (miti puntinati...)

Percorsi non attrezzati,su roccia od in ambiente Alpinistico.

Re: CENGIA PAOLINA - Tofane (miti puntinati...)

Messaggioda dokkodo54 » 10/08/2015, 19:37

alverspir ha scritto:p.s. se qualcuno si dovesse chiedere come mai su Alpinismo e non Escursionismo... beh... è una nostra valutazione; se la fate poi dite la vostra...


Se è la tua/vostra valutazione, bene così.
Il confine fra l'escursionismo "per esperti" e l'alpinismo "facile" non è che sia una cosa poi così netta e definita.
Quindi ciascuno di noi può fissarlo (più o meno) dove vuole e far ricadere le proprie esperienze nell'una o nell'altra categoria a seconda delle proprie valutazioni soggettive delle difficoltà incontrate, della quota, degli ambienti attraversati, eccetera...
Ma ciò che è veramente importante, secondo me, più che l'etichetta che si può affibbiare a una "impresa" montana è riconoscere e accettare le emozioni provate nel compierla.
Sono queste che la rendono "unica" e "preziosa", sia che si tratti della scalata più difficile che del più semplice sentiero.

Un saluto,
dokkodo
"La via verso la cima è come il cammino verso se stessi, solitario" (Alessandro Gogna)
Avatar utente
dokkodo54
 
Messaggi: 918
Iscritto il: 07/12/2014, 22:56
Località: alle pendici dell'Appennino, fra Mòdna e Bulåggna

Re: CENGIA PAOLINA - Tofane (miti puntinati...)

Messaggioda ONURB » 04/09/2016, 9:50

ecco,fatta ieri 3/9/16

non potevo non farla,dopo le scorribande dei Somari e del Blitz.....ritorno sulle Tofane dopo un bel po' di anni ( Lipella l'ultima volta......)
il giro e' grandioso .....ore e ore senza trovare anima viva( neanche un camoscio....) ....siamo nelle Tofane,fra le piu' frequentate delle dolomiti ma ti sembra di essere nella Marmarole.....anzi avevo trovato qualche anima nelle Marmarole....qua no....come avranno gia' detto Alver e Blitz era un vecchio percorso alpinistico soggetto spesso a frane e lasciato di conseguenza all'abbandono a se stesso...non piu' sentiero ufficiale da parecchi anni proprio per evitare che qualcuno si avventurasse senza sapere a cosa andasse incontro con relative conseguenze....ora permangono qualche segnavia biancorosso ma,sopratutto,sono gli ometti lasciati da qualche buon'anima passata prima a farti da guida ....
Avevo paura della nebbia o nuvole basse...il meteo previsto era buono ma dava questa possibilita' di addensamenti di nuvole...allora si che erano cavoli ( ero pronto a dormire anche all'addiaccio...nello zaino scorta di pile e anche telo termico) ma invece il meteo e' stato perfetto...quest'anno e' stato sempre perfetto,o meglio ho sempre scelto bene i giorni in cui muovermi.....
dopo una notte completamente insonne ( dormo sempre pochissimo nei rifugi o nei bivacchi,ma zero minuti come stavolta forse mi era capitato solo nei rifugi d'alta quota nei ghiacciai :roll: :evil: ) e quindi con relativa lucidita' appannata,devo armarmi di doppia concentrazione e alzo dritte le antenne per ore e ore ,"sospeso" sempre fra le cenge della Paolina....un solo passo falso e sei giu'.....
il nevaio iniziale ,rispetto alle foto di questo post dell'anno scorso,ora e' molto piu' aperto a ridosso della parete....e' impressionante,alto quasi un 7 - 8 metri....molto belli i circoli di Potofana e quello del Formenton.....ambienti spaziali.... spesso resti di filo spinato a ricordarci cosa c'e' stato qua....in qualche punto il tracciato e' ancora piu' esposto e stretto....
tutto bene fino alla fine della cengia Paolina....anzi tempo trascorso 5 ore ,in buon anticipo rispetto alla relazione di Alver/Somari...senonche' alla forcelletta a 2250 mt punto a un'altra forcelletta che si vede un centinaio di metri piu' avanti e che ricordo bene essere stata fotografata dai post precedenti degli amici del forum,e che e' anche ben tracciata nel ghiaione...la passo e proseguo sul "sentiero" che prosegue oltre....ma non va a forcella Ra Ola....questo deve essere il proseguo di quella che era la cengia Paolina ( e che dovrebbe aver fatto Blitz quest'anno nelle sue folli peregrinazioni "belliche"....) ...torna indietro....non ci capisco piu' niente....morale della favola,ci perdo un'ora abbondante....imprecazioni....telefono pure a Blitz :lol: ( grazie vecio per la disponibilita' ,piu' avanti ,come promesso,cena pagata.. :lovemo: ) x cercare di venirne fuori ,se si ricorda a un anno di distanza....poi,studiando bene la cartina 1/10.000 che ho in mano,ci rendiamo conto che siamo proprio sul canalone di Ra Ola e bastava risalirlo 10 minuti e si e' alla forcella Ra Ola poco piu' in alto....ci sono passato tre volte avanti indietro ...non c'e' niente....eravamo gia' sul sentiero ufficiale 407 che da un lato scende a Fiame s e dall'altro ,il nostro,ci riporta su ....ma quella forcelletta fuorviante mi aveva portato fatto perdere il bandolo della matassa....se ci fosse stata la nebbia??????

p.s.
quando dico spesso sul forum di postare e scrivere le proprie esperienze e relazioni ,e' proprio perché si da la possibilita' a chiunque volesse poi ripercorrere lo stesso giro,di aver notizie fresche o anche un semplice spunto.....a questo serve anche un forum di montagna.....se Alver e Blitz non avessero pubblicato questi report,io non avrei mai avuto la possibilita' di fare questo grandioso giro....tante volte prendiamo spunti a vicenda e abbiamo poi la possibilita' di confrontarci.... :)
"se rampega prima con la testa,dopo con i pei e solo alla fine con le man" (B.Detassis)
ONURB
 
Messaggi: 777
Iscritto il: 08/11/2011, 18:50
Località: Verona

Re: CENGIA PAOLINA - Tofane (miti puntinati...)

Messaggioda Blitz » 04/09/2016, 10:45

Grande Bruno!
effettivamente, riguardando le foto dell' anno scorso mi son reso conto che la traccia di quella forcelletta è messa meglio della traccia ufficiale del 407 e può trarre fortemente in inganno, però sai che roba ti veniva fuori se facevi anche quella 8-)

ONURB ha scritto:quando dico spesso sul forum di postare e scrivere le proprie esperienze e relazioni ,e' proprio perché si da la possibilita' a chiunque volesse poi ripercorrere lo stesso giro,di aver notizie fresche o anche un semplice spunto.....a questo serve anche un forum di montagna.....se Alver e Blitz non avessero pubblicato questi report,io non avrei mai avuto la possibilita' di fare questo grandioso giro....tante volte prendiamo spunti a vicenda e abbiamo poi la possibilita' di confrontarci.... :)

Bravo, questo dovrebbe essere lo scopo principale di un forum del genere!

PS se hai un iPhone o un telefono con Android scaricati l' applicazione della Tabacco: hai sul telefono le loro cartine (costano circa come le cartacee), e sono collegate al GPS fornendoti anche la tua "prua": piú di qualche volta, in caso di indicazioni "confuse" o assenti mi ha aiutato a sbrogliare la matassa.
Diciamo che, con le dovute precauzioni del caso, visto che si basa solo sui satelliti, unisce con un discreto compromesso GPS cartografico (con l' ottima cartografia Tabacco), altimetro e bussola.

Poi ovvio - e lo dico come "disclaimer" a scanso di equivoci in caso di lettura da parte di avventori avventati vari - che se uno non sa neanche leggere una cartina, con l' applicazione ci si pulisce il culo :lol:

Altrettanto ovvio che la versione cartacea è sempre nello zaino come back-up
Blitz
 
Messaggi: 1542
Iscritto il: 08/11/2011, 22:59
Località: Padova

Re: CENGIA PAOLINA - Tofane (miti puntinati...)

Messaggioda ONURB » 04/09/2016, 12:51

si Blitz....da quella forcelletta con sotto un ammasso di filo spinato e' proprio il giro che hai fatto tu quest'anno a fine giugno....sono andato ora a rivedere quel tuo post.....quello che si non si nota per niente invece quando sei li ,e' proprio il sentiero 407 che scende a fiames o sale alla forcella Ra Ola....solo dopo aver intuito che si doveva salire da li ,qualche metro piu' in su si potevano riconoscere delle peste fatte da uno che veniva in discesa...allora abbiamo capito....ero andato in tilt.......
"se rampega prima con la testa,dopo con i pei e solo alla fine con le man" (B.Detassis)
ONURB
 
Messaggi: 777
Iscritto il: 08/11/2011, 18:50
Località: Verona

Re: CENGIA PAOLINA - Tofane (miti puntinati...)

Messaggioda alfpaip » 05/09/2016, 8:57

complimenti, bruno!!!

dev'essere un percorso davvero fantastico... peccato che neanche quest'anno riuscirò ad andarci...
alfpaip
 
Messaggi: 609
Iscritto il: 12/09/2012, 13:39
Località: Padova

Re: CENGIA PAOLINA - Tofane (miti puntinati...)

Messaggioda Sergio69 » 05/09/2016, 9:07

Complimenti per il giro.
E' da un paio d'anni nella mia 'lista dei desideri' :lovemo:
Avatar utente
Sergio69
 
Messaggi: 810
Iscritto il: 28/07/2014, 15:44

Re: CENGIA PAOLINA - Tofane (miti puntinati...)

Messaggioda alverspir » 05/09/2016, 9:12

Già sentito per via privata, ma ribadisco anche io, bravo Bruno.
In effetti quel punto dolente ha fatto perdere un pò di tempo anche a noi. La verifica della forcelletta 'di fronte' non aveva soddisfatto la nostra voglia di variante ed abbiamo salita il grande forcellone che poi è il terminale del Ra Ola. Il segnavia in verità, poco evidente peraltro, si sviluppa così: messo piede nel ghiaione di Ra Ola con faccia a sud, non lo si attraversa nonostante la chiara e marcata traccia, ma ci si tiene a destra (sinistra orografica) a ridosso delle rocce che aiutano nella faticosa e finale ascesa alla larga forcella. Nulla vieta di risale al centro il ghiaione (Blitz style) oppure risalirlo sulla sponda opposto sotto i grandi spuntoni.

Blitz ha scritto:Poi ovvio - e lo dico come "disclaimer" a scanso di equivoci in caso di lettura da parte di avventori avventati vari - che se uno non sa neanche leggere una cartina, con l' applicazione ci si pulisce il culo :lol: Altrettanto ovvio che la versione cartacea è sempre nello zaino come back-up

Yes! Grande sintesi per un semplice e basilare concetto.

Per chiunque metta in programma la cengia Paolina. A mio avviso, al di là dei passi esposti o tecnici, orientamento, lunghezza, il passo chiave (fortunatamente all'inizio) è il superamento del conoide nevoso prima di metter piede sulla cengia. Il superamento migliore e più sicuro resta quello a ridosso della parete quando si apre il varco ma difficilmente ad inizio stagione.
Ah, consiglio da :vekemo:, non da soli. Poi... fate vobis.
Avatar utente
alverspir
 
Messaggi: 1592
Iscritto il: 08/11/2011, 13:09
Località: Favaro Veneto VE

Re: CENGIA PAOLINA - Tofane (miti puntinati...)

Messaggioda ONURB » 25/11/2017, 21:55

posto anch'io un po' di foto di questa meravigliosa avventura ....il nevaio come l'ho trovato l'anno scorso
Immagine


Immagine

Immagine

LO SVILUPPO DELLA CENGIA APPENA FATTA....
Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
Immagine
UN ALTRA IMMAGINE CHE RENDE BENE LO SVILUPPO DELLA CENGIA PAOINA
Immagine
"se rampega prima con la testa,dopo con i pei e solo alla fine con le man" (B.Detassis)
ONURB
 
Messaggi: 777
Iscritto il: 08/11/2011, 18:50
Località: Verona

Re: CENGIA PAOLINA - Tofane (miti puntinati...)

Messaggioda Sergio69 » 26/11/2017, 10:50

L'ho gia messa tra le cose da fare per l'anno prossimo (magari con qualcuno ciarliero e dotato di black box :lol: )
Avatar utente
Sergio69
 
Messaggi: 810
Iscritto il: 28/07/2014, 15:44

Re: CENGIA PAOLINA - Tofane (miti puntinati...)

Messaggioda Sixtynine » 26/11/2017, 12:07

Quest'anno il primo nevaio era così

Immagine

Immagine

E il secondo nevaio non si aggirava più da sotto ma si poteva attraversare dentro!
Immagine

Immagine

I punti "stretti" del percorso erano tutti ben percorribili senza troppi problemi, nella relazione del Somari Team ci sono utili consigli per mirare ai riferimenti giusti quando il percorso risulta meno evidente.
Giro meraviglioso e poco frequentato, noi una volta completato il percorso siamo scesi per il ghiaione di Ra Ola.
Sixtynine
 
Messaggi: 101
Iscritto il: 12/06/2017, 20:05

Precedente

Torna a Arrampicata ed Alpinismo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron