Cenge Letizia-Belìa-Masenade

Percorsi non attrezzati,su roccia od in ambiente Alpinistico.

Cenge Letizia-Belìa-Masenade

Messaggioda alverspir » 17/07/2014, 15:09

Come riportato anche nel recente libro delle cenge di Mason, questo concatenamento riveste un particolare interesse in una zona altamente spettacolare del centro Cadore. Siamo a passo Duran tra la Moiazza a nord ed il gruppo San Sebastiano-Tamer a sud. La cima visibile dalla strada è la Cima delle Masenade percorsa dalla famosa ferrata Costantini.
Ad una quota contenuta tutta la fascia est-sud-ovest è collegata dalle cenge in questione.
In verità mentre la Letizia e la Masenade lo sono a tutti gli effetti la Belìa di cengia ha ben poco, trattandosi di un collegamento tra la prima e la seconda che si risolve con la risalita sulla Pala del Belìa.
Una doverosa premessa: sule cartine la cengia Letizia (non son certo sull'ultima edizione) è chiaramente segnalata in rosso come peraltro il vicino ed opposto Viaz dei Cengioni. Ma mentre quest'ultimo è ben segnalato e si sviluppa relativamente tranquillo la cengia in questione non ha segnalazioni, tabelle o altro che possa confortare la tracciatura sulle carte.
Potremmo diquisire se sia il caso di punteggiarla in nero e relegarla (forse propriamente) a sentiero... fuori quota ma questo è altro argomento.
Non sapremmo dirvi se sia migliore il senso da noi fatto oppure il contrario. Per alcuni motivi è preferibile est-ovest, per altri l'opposto.
Rinviamo ogni particolarità esaustiva alla relazione sul nostro sito e fornisco solo qualche accenno.

CENGIA LETIZIA
E' un percorso prettamente alpinistico, con esigenze di confidenza e di orientamento iniziale particolari e sul quale consigliamo vivamente il giusto corredo di corda, imbrago e casco. Come detto non è segnalata con tabelle o altre indicazioni. Un unico bollo rosso su sasso lungo la rotabile al Carestiato conduce verso le cime che degradano ad est su traccia dapprima molto chiara. Quando si approccia a vista un ultimo canale con indicazioni rosse lo ignora e si sale a sinistra a risalire un largo colatorio di sassi poi restringente, puntando pian piano verso la parete di sinistra. Qui è possibile, con occhio indagatore, ritrovare alcuni vecchi e sbiaditi bolli che confermano solo la giusta via. I punti critci della cengia sono in pratica due: sul canale in questione il superamento di un gradone su placca diagonale ed esposta agevolato da alcuni fittoni e più oltre la discesa in arrampicata di alcuni metri ed il cui sviluppo finale non è visibile da sopra.
Segue la parte più aperta e meno impegnativa ed al termine la possibilità di calare facilmente al rif. Carestiato.

Individuato il tracciato la prima placca appena esposta
IMG_6186.jpg
IMG_6186.jpg (248.84 KiB) Osservato 3651 volte


Un tratto facile della cengia Letizia
IMG_6202.jpg
IMG_6202.jpg (236.61 KiB) Osservato 3651 volte


Il salto da cui calare
IMG_6211.jpg
IMG_6211.jpg (246.71 KiB) Osservato 3651 volte


il tratto più bello della cengia
IMG_6218.jpg
IMG_6218.jpg (234.35 KiB) Osservato 3651 volte


...continua
Avatar utente
alverspir
 
Messaggi: 1592
Iscritto il: 08/11/2011, 13:09
Località: Favaro Veneto VE

Re: Cenge Letizia-Belìa-Masenade

Messaggioda alverspir » 17/07/2014, 15:12

CENGIA BELIA
Trattasi di salire con fatica un pendio di ghiaie e sassi portandosi presso un largo canale incassato tra le pareti e ingombro da neve e qualche lingua di scariche di sassi. Il giusto approccio al traverso va valutato con la sufficiente condizione nevosa e possibilmente prima che il disgelo crei fessure, ponti o salti poco invitanti.
Ramponi, picca, casco sono per noi vivamente consigliati. Scivolare sul nevaio ti farebbe trovare seduto sulle panche del rifugio...
Dopo il traverso e verificata la condizione della lingua di neve terminale si risale ancora con fatica (roccette e sentiero) sulla Pala del Belìa ed oltre la spalla incrociare la ferrata Costantini.

il traverso sul sinistro nevaio sotto la Pala del Belìa
IMG_6227.jpg
IMG_6227.jpg (224.82 KiB) Osservato 3649 volte


Sopra le rocce ormai fuori dal traverso
IMG_6237.jpg
IMG_6237.jpg (235.9 KiB) Osservato 3649 volte


Sulla Pala del Belìa ultimo sguardo al canale di neve
IMG_6242.jpg
IMG_6242.jpg (240.99 KiB) Osservato 3649 volte


...continua
Avatar utente
alverspir
 
Messaggi: 1592
Iscritto il: 08/11/2011, 13:09
Località: Favaro Veneto VE

Re: Cenge Letizia-Belìa-Masenade

Messaggioda alverspir » 17/07/2014, 15:14

CENGIA MASENADE
Da questo punto in poi si gode la bella e spettacolare cengia - anche uscita intermedia della ferrata e degli arrampicatori verticali della sottostante pala - che con bolli ed ometti cala sino a raccordarsi sotto al sentiero Alta Via 1 che poi riporta al rifugio ed al passo.
Qualche passo bagnato presso delle particolari pozze ed un breve tratto appena esposto vanno affrontati con cautela anche in considerazione delle ore già in cammino.

L'aerea cengia delle Masenade
IMG_6251.jpg
IMG_6251.jpg (211.99 KiB) Osservato 3649 volte


Il secondo tratto percorso
IMG_6258.jpg
IMG_6258.jpg (221.58 KiB) Osservato 3649 volte


Ormai prossimi all'incrocio con l'AV1 su un passo appena delicato
IMG_6284.jpg
IMG_6284.jpg (243.72 KiB) Osservato 3649 volte


Il link alla gallery:
https://picasaweb.google.com/1155452945 ... directlink
Avatar utente
alverspir
 
Messaggi: 1592
Iscritto il: 08/11/2011, 13:09
Località: Favaro Veneto VE

Re: Cenge Letizia-Belìa-Masenade

Messaggioda Blitz » 17/07/2014, 20:18

DA CINEMA, giro spettacolare
Blitz
 
Messaggi: 1542
Iscritto il: 08/11/2011, 22:59
Località: Padova

Re: Cenge Letizia-Belìa-Masenade

Messaggioda ONURB » 17/07/2014, 20:59

Ragazzi........mi ero proposto di non scrivere,ma di osservarvi e leggere e basta....visto i miei problemi di quest'anno (anche se ho ripreso ad andar comunque per monti....vada come vada..........) ......ma ,non ce l'ho fatta...........,non posso esimermi dal dover intervenire.........dopo questa relazione e foto,non posso non CONGRATULARMI con Alver e co. come al solito...........................grandissimi......eccezionale........questo e' l'andar per monti che piu' mi piace.....anche se "soffro" questo tipo di percorsi........un escursionismo/alpinismo ,oserei dire,di "ricerca".....esplorativo......una sensazione impagabile e impareggiabile.................complimenti ancora........

P.S. forse ne avevamo gia' parlato in un post l'anno scorso......avete dato un occhio a "il libro delle cenge" ? ....ci sono itinerari,alcuni impossibili,almeno per me,ma altri piu' o meno fattibili......cenge....viaz e robe simili........ambienti fantastici,stratosferici....................
"se rampega prima con la testa,dopo con i pei e solo alla fine con le man" (B.Detassis)
ONURB
 
Messaggi: 777
Iscritto il: 08/11/2011, 18:50
Località: Verona

Re: Cenge Letizia-Belìa-Masenade

Messaggioda giubi_pd » 17/07/2014, 21:17

Oh bene bene.. Michele mi confermi che neve siamo ok?
Vorrei andare a fare lo spigolo alla pala del belia
fedipos ha scritto:Bravo Giubi .....

"Dalla cima di una Montagna il sole tramonta sempre dopo e sorge sempre prima......ecco perchè, nella vita, val sempre la pena di "camminare" in salita !!" (Cit. SHERPA61)
Avatar utente
giubi_pd
 
Messaggi: 1515
Iscritto il: 06/12/2011, 16:19
Località: Padova

Re: Cenge Letizia-Belìa-Masenade

Messaggioda alverspir » 18/07/2014, 7:25

Tutto il lato ovest sulle varie pale è pulito. Tranquillo hombre.
Poi scendi per la cengia Masenade vero?
Avatar utente
alverspir
 
Messaggi: 1592
Iscritto il: 08/11/2011, 13:09
Località: Favaro Veneto VE

Re: Cenge Letizia-Belìa-Masenade

Messaggioda giubi_pd » 18/07/2014, 8:13

alverspir ha scritto:Tutto il lato ovest sulle varie pale è pulito. Tranquillo hombre.
Poi scendi per la cengia Masenade vero?


Si esatto, la relazione indica quella come discesa della sorarù, ero indeciso tra la Decima e lo spigolo, ma mi han detto che il camino/scivolo sulla Decima é spesso bagnato
fedipos ha scritto:Bravo Giubi .....

"Dalla cima di una Montagna il sole tramonta sempre dopo e sorge sempre prima......ecco perchè, nella vita, val sempre la pena di "camminare" in salita !!" (Cit. SHERPA61)
Avatar utente
giubi_pd
 
Messaggi: 1515
Iscritto il: 06/12/2011, 16:19
Località: Padova

Re: Cenge Letizia-Belìa-Masenade

Messaggioda Fitman » 18/07/2014, 19:00

Mica scherzate,Voi!
Sono posti, a me, completamente sconosciuti, ma le foto sono eloquenti :shock:
Fitman
 
Messaggi: 587
Iscritto il: 22/03/2014, 17:16

Re: Cenge Letizia-Belìa-Masenade

Messaggioda alverspir » 19/07/2014, 15:15

Sai cosa Stefano...
Su 100 che vanno al Duran (a parte gli alpinisti che salgono le pale sopra il passo):
69 vanno a fare la Costantini (qualcuno in primavera e poi chiama il CNSAS)
20 girano l'AV1 (magari verso il Vazzoler, Tissi, ecc...)
5 vanno sul Tamer/San Sebastiano per la Val Caleda
3 vanno sul Viaz dei Cengioni (i numeri sono reali a sentire quelli dei rifugi), dei quali uno è stato poco fa Vinci
2 fanno le cenge in questione
1 gira col TomTom, col AiPad, il Tablet, il sonar, il periscopio e si perde da qualche parte... :aaaemo: :aaaemo: :aaaemo:

Spesso le cose meno frequentate e conosciute riservano grandi sorprese.
Avatar utente
alverspir
 
Messaggi: 1592
Iscritto il: 08/11/2011, 13:09
Località: Favaro Veneto VE

Prossimo

Torna a Arrampicata ed Alpinismo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 4 ospiti