Nuovo bivacco sul Pelmo

Luogo goliardico per interventi scherzosi e amenità varie.

Re: Nuovo bivacco sul Pelmo

Messaggioda terrealte » 21/02/2017, 14:49

Porca puttana
terrealte
 
Messaggi: 392
Iscritto il: 13/06/2015, 15:48

Re: Nuovo bivacco sul Pelmo

Messaggioda Luca Calvi » 21/02/2017, 15:25

Immagine
Luca Calvi
 
Messaggi: 160
Iscritto il: 17/09/2015, 12:08

Re: Nuovo bivacco sul Pelmo

Messaggioda Luca Calvi » 21/02/2017, 15:36

Premesso che...

Il Pelmo l'ho salito.

Sulla Cengia di Ball mi sono cagato addosso la prima e pure la seconda volta.

Mi sono cagato addosso la prima volta a scendere, poco sotto la vetta, per due roccette due di primo grado "lievemente esposte" (ma ero un ragazzino ventenne in fuga da casa, in giornata, con i genitori che pensavano fossi andato a funghi).

In vista di quanto sopra

Il mio commento è: mettere la cengia di Ball in sicurezza potrebbe essere da un verso un'opera meritoria... Dall'altro sarebbe realmente un puttanaio, perché:

le ferrate esistenti vengono sempre più riempite di attrezzature di sicurezza per evitare non tanto gli incidenti, ma le denunce dopo gli incidenti.

L'aumento della frequentazione delle montagne ha portato ad un sovraccarico di sentieri e vie attrezzate...

Per come è fatto il Pelmo, vedo pericoli di sovraffollamento della cengia di Ball, incroci tra chi sale e chi scende... Aumento della bestemmia a livello esponenziale... Insomma,, la vedo dura.
Al id fuori della cengia di Ball, il pericolo caduta cassi, comodini e frigoriferi rocciosi aumenterebbe a livello esponenziale...

Per cui rimango molto dubbioso. Molto.

La cengia è perfettamente fattibile da persone esperte e on il passo fermo. Ma, anche se di grado basso, è alpinismo e non semplice escursionismo. Una persona abituata al cordone ombelicale di sicurezza potrebbe avere strani sensi di vertigine e un profondo senso di sostanza molliccia nelle mutande per almeno un''ora...

Io lascerei quella vetta al solo alpinismo o all'escursionismo avanzato di chi sa come affrontare tranquillo quel peraltro FAVOLOSO itinerario. Magari piazzando qualche corda fissa in acciaio al posto di canaponi di dubbia tenuta sui punti più "piccanti" della Cengia di Ball. Pochi metri. Per il resto i chiodi dove servono sono già prsenti.

Bivacco...

Sul Pelmo non vedo proprio l'utilità di un bivacco. Però sono possibilista. Magari con distributore automatico di birra, coca-cola, sigarette e preservativi.

Teniamoci bivacchi e fittoni per altre zone, dove davvero possono evitare la richiesta di aiuto al CNSAS, che poi ti arriva Fedipos brontolando...

Buone montagne a tutti
Luca Calvi
 
Messaggi: 160
Iscritto il: 17/09/2015, 12:08

Re: Nuovo bivacco sul Pelmo

Messaggioda Blitz » 21/02/2017, 20:48

alfpaip ha scritto:Dokkodo idolo... :botemo:


Rilancio candidandolo a megapresidente supremo :aaaemo:
Blitz
 
Messaggi: 1542
Iscritto il: 08/11/2011, 22:59
Località: Padova

Re: Nuovo bivacco sul Pelmo

Messaggioda Luca Calvi » 21/02/2017, 21:30

Rilancio chiedendo la gestione congiunta del forum da parte di Dokkodo e Fedipos (in ordine rigorosamente alfabetico, sia chiaro).
Luca Calvi
 
Messaggi: 160
Iscritto il: 17/09/2015, 12:08

Re: Nuovo bivacco sul Pelmo

Messaggioda michelin75 » 21/02/2017, 22:20

Ho sentito che il bivacco forse lo mettono nel bel mezzo della Grohmann, ci sarà anche il bidet...
Avatar utente
michelin75
 
Messaggi: 348
Iscritto il: 22/08/2014, 13:23

Re: Nuovo bivacco sul Pelmo

Messaggioda dokkodo54 » 21/02/2017, 23:26

Xtreme ha scritto:mont@gna&progresso.com non esiste.. :roll:


Per caso, Xtreme, volevi partecipare al sondaggio online ?
Uhmmm.... :mmemo:
Forse mi sono sbagliato a copia-incollare il link! :lol: :lol: :lol:

Luca Calvi ha scritto:Per come è fatto il Pelmo, vedo pericoli di sovraffollamento della cengia di Ball, incroci tra chi sale e chi scende... Aumento della bestemmia a livello esponenziale...


Beh, per questo problema c'è una soluzione semplicissima e scommetto che quelli di mont@gna&progresso ci hanno già pensato.
Basta mettere un senso unico alternato.
Al mattino, fino all'ora tot si può percorrere solo in salita, e al pomeriggio solo in discesa. La notte, transito libero.
Basta un bel semaforo luccicante ai due estremi (ovviamente a energia solare, quindi sostenibile) e il problema è "brillantemente" risolto :lol: :lol: :lol:

Luca Calvi ha scritto:Al id fuori della cengia di Ball, il pericolo caduta cassi, comodini e frigoriferi rocciosi aumenterebbe a livello esponenziale...


:shock:
Ecco, questo è un rischio che ciascuno deve valutare molto, ma molto attentamente.
Tenendo anche conto di un rischio aggiuntivo: si sa che i cassi che cadono hanno la spiacevole tendenza a rimbalzare nel cu1o... :aaaemo:



Seriamente...

Spero che nessuno si sia sentito offeso o preso per i fondelli da questo post.
I commenti non lo lasciano pensare, ma dovesse essere questo il caso, chiedo scusa. L'intenzione non era assolutamente quella.
In modo particolare (nel caso) nei confronti di terrealte, che mi sembra uno dei pochi ad avere la mia stessa idea sull'argomento (o, almeno, ad averlo esternato, e gli sono grato del suo pensiero).

Il post ovviamente è inventato di sana pianta (una "bufala" come ha iconograficamente ben rappresentato Luca).
L'ho scritto di getto e prima di caricarlo ho solo dovuto fare qualche piccola modifica qua e là per renderlo più credibile - aggiustamenti che forse sono riusciti anche troppo bene :lol:

L'intento, dicevo, era traslare, fra il serio e il faceto e in diversa "location", qualche concetto che è stato espresso qua e là nella discussione sul bivacco Fanton (e non solo), tirando in ballo il Monte Pelmo. Una delle montagne che io, personalmente, considero come "sacre" delle Dolomiti.
Questo per cercare di estendere, se possibile, i discorsi già fatti nella discussione originale e magari provare a valutarli da una diversa prospettiva.

Ho letto alcuni spunti davvero interessanti e opinioni che rispetto anche se non condivido.
Da quella di fedipos, che centra il punto e pone domande che tutti dovrebbero farsi, a quella di Luca, che attrezzerebbe pochi metri e non vede l'utilità del bivacco.

Io, invece, vedo sia l'utilità del bivacco che dell'attrezzatura della famosa cengia, ma spero che non venga mai realizzato nè l'uno nè l'altra perchè per me quell'itinerario è FAVOLOSO così com'è. E dotarlo di un punto di appoggio come un bivacco, o - peggio - attrezzarlo (anche per pochi metri), gli farebbe perdere quel fascino, quel sapore di Alpinismo d'altri tempi, che è esattamente ciò che vado cercando quando sono in Montagna.
Oh, non dico che non ci tornerei anche in quelle condizioni, ma, ne sono sicuro, con tutt'altra soddisfazione.

Bene.
Spero, che anche la mia, di opinione, pur se non condivisa, venga rispettata al pari di tutte le altre.
Almeno per questa volta... :lol:

Alla prossima,
dokkodo
"La via verso la cima è come il cammino verso se stessi, solitario" (Alessandro Gogna)
Avatar utente
dokkodo54
 
Messaggi: 918
Iscritto il: 07/12/2014, 22:56
Località: alle pendici dell'Appennino, fra Mòdna e Bulåggna

Re: Nuovo bivacco sul Pelmo

Messaggioda fedipos » 22/02/2017, 18:09

Penserete che sono stronzo, sì, lo sono fino in fondo e mi incattivisco anche. Scommettiamo che tra coloro che si scandaalizzano per un eventuale affollamento sulla cengia di Ball, hanno fatto la Merlone? Vogliamo scommettere?
fedipos
 
Messaggi: 1641
Iscritto il: 08/11/2011, 22:07

Re: Nuovo bivacco sul Pelmo

Messaggioda Blitz » 22/02/2017, 19:38

Scusa l' ignoranza, qual'è la Merlone??
Blitz
 
Messaggi: 1542
Iscritto il: 08/11/2011, 22:59
Località: Padova

Re: Nuovo bivacco sul Pelmo

Messaggioda Campioncino » 22/02/2017, 20:04

Blitz, mi sa che non la conosci perché è una cagata pazzesca costituita da tipo 7000 scalini, però in cima il paesaggio è esagerato! Io comunque l'ho fatta... :dubemo:
Rifugio Fonda Savio, ti dice niente?
Avatar utente
Campioncino
 
Messaggi: 548
Iscritto il: 31/03/2014, 13:58

PrecedenteProssimo

Torna a Osteria Alpina del forum

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite