Sasso di Stria nuova ferrata

Proponi o chiedi informazioni riguardo i più svariati percorsi attrezzati.

Re: Sasso di Stria nuova ferrata

Messaggioda kala » 23/10/2018, 20:04

alfasierra ha scritto:...


Ecco, per quanto riguarda il toponimo ho buttato un occhio, velocemente:

    Dolomitenführer (Viktor Wolf Von Glanvell, 1898): "(en)tre i Sassi".
    Guida della Valle d'Ampezzo e suoi dintorni (AAVV, 1905): "Intrà i Sass".
    Le Dolomiti Orientali (Antonio Berti, 1928, 1950 e 1971): "tra i Sass" riferita alla località, "Tagliata 'ntra' Sass", riferita alla fortificazione austriaca.
    Dizionario Toponomastico Atesino - I nomi locali della Comunità d'Ampezzo (Carlo Battisti, 1947): "In tra i Sasc'" come nome della località.
    Storia di Cortina d'Ampezzo - Studi e documenti dalle origini al 1915 (Giuseppe Richebuono, 1974): "Intra i Sasc"
    Monti boschi e pascoli Ampezzani nei nomi originali (Illuminato De Zanna e Camillo Berti, 1983): "'n tra i Sass", riferito alla località.
    Atlante del territorio silvo pastorale delle Regole e del Comune di Cortina d'Ampezzo (Fiorenzo Filippi, 1985): Intrà i Saŝ come nome della località, del laghetto e del forte.
    Cartine turistiche varie, dagli anni '30 in poi: "tra i sassi" e varianti, riferito alla località.

Rimane il discorso che fai sul forte che sarebbe stato battezzato già in origine "Tre Sassi" ed in soccorso forse ci viene quel (en)tre i sassi del Von Glanvell e la minor familiarità degli austriaci col ladino (?) o forse una malintesa assonanza...
Boh, interessante questione comunque.
;)
kala
 
Messaggi: 219
Iscritto il: 24/10/2012, 22:18

Re: Sasso di Stria nuova ferrata

Messaggioda alfasierra » 24/10/2018, 0:14

Bella ricerca e gran bei testi, complimenti; come pensavo non c'è una dizione univoca, ci sono molte varianti, pur rispettando una comune radice di origine.
Nei testi menzionati del forte non ne parla nessuno a parte il grande Antonio Berti (mitiche le sue guide "Dolomiti Orientali" della collana "Guide ai Monti d'Italia - C.A.I. - T.C.I.) e lo cita come "Tagliata 'ntra' Sass".
Peccato non poter attingere a fonti come i vari catasti Napoleonico e Austriaco, sempre che la zona sia nominata.
Riporto alcune ricerche per quanto riguarda il forte, costruito e battezzato dagli austriaci come "Tre Sassi".
Inizio citando il pioniere Walther Schaumann, grazie a lui molti (me compreso) hanno iniziato a percorre i luoghi montani teatro della Grande Guerra, è stato il primo a scrivere una serie di guide con itinerari e cenni storici molto dettagliati e in pratica unici per l'epoca (dal 1972 in poi), lo stesso fece in quegli anni Gianni Pieropan per le Prealpi Venete, Pasubio, Cornetto Ortigara, Grappa; oggi l'offerta di guide per i campi di battaglia è vastissima, grazie anche alla ricorrenza del centenario, ma negli anni '70 furono i primi.
- Schaumann Walther, "Guida alle località teatro della guerra fra le Dolomiti", Ghedina Edizioni, Cortina d'Ampezzo, 1972: "Forte Sasso di Stria";
- Schaumann Walther, "La Grande Guerra 1915/18 - Dolomiti Occidentali", Ghedina & Tassotti Editori, Bassano del Grappa, 1984: "Forte Sasso di Stria", disegno cartina austriaca "Sperre Tre Sassi";
- Bobbio Laura, Illing Stefano, Striffler Robert, Giacomel Paolo, "La Grande Guerra sul Piccolo Lagazuoi", Guida illustrata, Edizioni Print House, Cortina d'Ampezzo, 1997: "Forte Tre Sassi";
- Giacomel Paolo, "La Grande Guerra nella Valle d'Ampezzo - Cinque Torri", Print House, Cortina d'Ampezzo, 2002: "Opera Tre Sassi", "Forte Tre Sassi", "Tagliata Tre Sassi", "Forte Tra i Sassi";
- Giacomel Paolo, 1897-1901, "Cortina d'Ampezzo: Il forte austriaco Tre Sassi", in Aquile in Guerra - Rassegna di studi della Società Storica per la Guerra Bianca, Gaspari Editore, Udine, 2004: "Forte Tre Sassi";
- Giacomel Paolo, Zardini Marco, "La Grande Guerra alle Cinque Torri", Guida illustrata, Edizioni Print House, Cortina d'Ampezzo, 2004: "Forte Tre Sassi";
- Wachtler Michael, Giacomel Paolo, Obwegs Gunter, "Dolomiti - Guerra, dolore e morte", Athesia, Bozen, 2005: "Forte Tre Sassi", "Intrà i Sas";
- Striffler Robert, "Guerra di mine nelle Dolomiti - Lagazuoi-Castelletto 1915-1917", Panorama, Trento, 2006: "Forte Tre Sassi", "Tagliata Tre Sassi", "Sbarramento Livinallongo - Tre Sassi", disegno cartina austriaca "Sperre Tre Sassi";
- Colli Dino, Giacomel Paolo, Tosato Giorgio, Vecellio Roberto, "Itinerari Segreti della Grande Guerra nelle Dolomiti - Lagazuoi - Forte Tre Sassi - Sas de Stria", volume nono, Gaspari Editore, Udine, 2011: "Forte Tre Sassi";
- Di Martino Basilio - Cappellano Filippo, "La Grande Guerra sul Fronte Dolomitico", Gino Rossato Editore, Novale, 2014: "Forte Tre Sassi";
- Vianelli Mario - Cenacchi Giovanni, "Teatri di guerra sulle Dolomiti", Mondadori, Milano, 2014: "Forte Tre Sassi".

Dai testi consultati in mio possesso si evince che il nome è "Forte Tre Sassi".

Le descrizioni più interessanti del forte e della zona sono quelle delle storico Paolo Giacomel, in particolare riferisce che "il documento più lontano nel tempo che nomina i "Tre Sassi" può essere la carta topografica edita nel 1816 da Max Baron Liechtenstern, che tra la Valle d'Ampezzo e la Val Badia, segnò la Strada degli Tre Sassi".
E ancora: "Nel 1862 il grande alpinista viennese Paul Grohmann (1838-1908), non sempre preciso nel trascrivere i nomi delle località, annota "la strada dei Tre Sassi o Tra in-Sassi".
Cita poi documenti, schizzi, disegni, di uffici dell'esercito austriaco dove viene chiamato "Tre Sassi".
Per finire citando le mappe e gli estratti del libro fondiario dell'archivio del Comune di Cortina d'Ampezzo relativi alla compravendita avvenuta negli anni 1934-1936, riferisce che l'area è denominata dagli Ampezzani "Intrà i Sas" e poi ancora più in generale "Il luogo era noto ai boscaioli e ai pastori ladini d'Ampezzo dell'Antica Regola d'Ambrizzola come "Intrà i Sas".
Quello che sembra emergere è che viaggiatori inglesi ed austriaci chiamassero la zona "Tre Sassi", mentre gli Ampezzani "Intrà i Sas", infatti Paolo Giacomel ipotizza che "Tre" potrebbe essere la traduzione di "Intrà", oppure derivare da tre sassi di grandi dimensioni presenti lungo la strada da Passo Valparola a Passo Falzarego ritenuti di importanza militare.
alfasierra
 
Messaggi: 82
Iscritto il: 01/07/2015, 17:16
Località: Abano Terme PD

Re: Sasso di Stria nuova ferrata

Messaggioda kala » 24/10/2018, 10:35

alfasierra ha scritto:...


La dizione è unica, è la trascrizione che cambia: "tra", "intra" "ntra" "n tra", non è che cambi molto.
La differenza grande la farebbe l'articolo determinativo, ma quello nella parlata si perde facilmente.
Bellissimo il tuo approfondimento, ed il fatto che il nome "tre sassi" sia così vecchio (lo riporti ancora nel primo '800) mi farebbe propendere per l'ipotesi che la corruzione sia dovuta a fraintendimento tra le lingue. L'ipotesi dei tre sassi effettivi non mi convince per niente, ma questa mia "sensazione" vale ben poco.
Grazie alfasierra ;)
kala
 
Messaggi: 219
Iscritto il: 24/10/2012, 22:18

Re: Sasso di Stria nuova ferrata

Messaggioda alfasierra » 24/10/2018, 22:26

Grazie a te Kala, ho colto l'occasione per rispolvererare qualche libro e conoscenze, che sono sempre poche e quelle poche me le dimentico pure . . .
Speriamo di non avere annoiato troppo i lettori del forum . . . la nostra disquisizione è stata bella lunga, ma la ferrata in oggetto, di contro, è bella breve . . .
Forse abbiamo impiegato più tempo a scartabellare librozzi e poi a scrivere in merito che salire il Sass de Stria per la ferrata; beh prima o poi capitando da quelle parti la faremo, come alternativa alla classica salita potrebbe essere interessante.

Buone montagne
alfasierra
 
Messaggi: 82
Iscritto il: 01/07/2015, 17:16
Località: Abano Terme PD

Re: Sasso di Stria nuova ferrata

Messaggioda kala » 24/10/2018, 22:36

Ed io che non son ancora mai stato in cima!
Se conti poi che di preferenza faccio sempre giri ad anello, per non tornar sugli stessi passi e percorrere così più sentieri...
Mi sa che prima o poi vado a controllare.
;)
kala
 
Messaggi: 219
Iscritto il: 24/10/2012, 22:18

Precedente

Torna a Vie ferrate e sentieri attrezzati

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti