The nose in meno di 2 ore

Argomenti vari legati al mondo della montagna.

Re: The nose in meno di 2 ore

Messaggioda MOTP » 13/06/2018, 14:37

forse Vinci intende ad esempio la salita all'everest per la normale, il pagare 80.000 dollari per salire serviti e riveriti non lo considero alpinismo neanche io, ma forse c'è dell'altro dietro le sue affermazioni. in ogni caso le salite in velocità da quanto emerge è meglio considerarle a se? come il free solo e le invernali? alla fine sono solo diverse branche di un'attività molto complessa?
MOTP
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 16/10/2016, 13:44
Località: Treviso

Re: The nose in meno di 2 ore

Messaggioda ONURB » 13/06/2018, 16:38

sixtynine


RDR......

Vinci, dacci dentro con gli allenamenti che si può fare di meglio, soprattutto in discesa....3.42min , quei due minuti proprio non si possono leggere!
Probabilmente hai seguito il tracciato senza prendere scorciatoie.[/quote]


solo una curiosita': scusa Sixtynine ,ma cosa significa RDR ? ce lo puoi spiegare?
grazie
"se rampega prima con la testa,dopo con i pei e solo alla fine con le man" (B.Detassis)
ONURB
 
Messaggi: 777
Iscritto il: 08/11/2011, 18:50
Località: Verona

Re: The nose in meno di 2 ore

Messaggioda VinciMountain » 14/06/2018, 6:50

MOTP ha scritto:forse Vinci intende ad esempio la salita all'everest per la normale, il pagare 80.000 dollari per salire serviti e riveriti non lo considero alpinismo neanche io, ma forse c'è dell'altro dietro le sue affermazioni. in ogni caso le salite in velocità da quanto emerge è meglio considerarle a se? come il free solo e le invernali? alla fine sono solo diverse branche di un'attività molto complessa?


esattamente..
infatti ripeto, io mi riferivo a vie classiche o chiamiamole vie "normali" sui grandi 8000 dove ci sono km di corde fisse per tirarsi su con la jumar ed effettivamente sei decisamente aiutato anche da altri!

diverso il discorso quando aprono qualcosa di nuovo anche sui 6000 o 7000! In quel caso, tanto di cappello!
Le famose fotografie della colonna di gente che sale l'Everest, piuttosto che il Cho You ecc.. onestamente a mio parere lo vedo abbastanza lontano dal concetto di alpinismo.
Avatar utente
VinciMountain
 
Messaggi: 1006
Iscritto il: 08/11/2011, 18:55
Località: val di Fiemme/val di Fassa

Re: The nose in meno di 2 ore

Messaggioda Sixtynine » 14/06/2018, 7:07

Ciao Principe Bruno,
RDR è una famosa sigla usata in Veneto, e tu che sei di Verona dovresti conoscerla bene!
Comunque la si può interpretare liberamente, come la definizione di Alpinismo a quanto sembra.

MettiatetaapotoBruno....
Sixtynine
 
Messaggi: 101
Iscritto il: 12/06/2017, 20:05

Re: The nose in meno di 2 ore

Messaggioda Sixtynine » 14/06/2018, 7:14

.......”dalla montagna dovremmo trarre una grande lezione di umiltà e non farla diventare teatro del nostro ego”.....
Citazione interessante.

P.S. Di una persona che stimo molto.
Sixtynine
 
Messaggi: 101
Iscritto il: 12/06/2017, 20:05

Re: The nose in meno di 2 ore

Messaggioda fedipos » 14/06/2018, 10:10

Allora, ero fuori e ho non seguito il discorso ma: le normali agli 8000 sono talmente una boiata che mentre noi eravamo,a ottobre, a fare l'ennesima schifezza di trek nel Nar Phu, ( sai, quelle cose sempre uguali che cammini e vedi sempre le stesse cose) (come scriveva la Lisa Teddi) il Buon Hans Kammerlander se ne tornava con le orecchie basse dal Manaslu ( una troiata di via normale),rinunciando così, forse definitivamente, al 14° ottomila in stile alpino. Ma già, secondo il Vinci kammerlander probabilmente è un poveretto come me che ha attraversato circa 4000 km di catene hjmalayane, mentre lui ha salito circa 17/18 volte cime di 8000 metri. Ma cosa volete, non è mica alpinismo quello sulle vie normali. Invece volevo fare una domanda al nostro atleta: se incontri un poveraccio come me sul Civetta, cosa fai? Aspetti che io vada oltre col mio ritmo o cerchi di passarmi sopra? La prossima volta avvisami che vengo, così ci facciamo due risate. Poi, ovviamente, d'accordo sul discorso Everest dove il 70% non ha mai messo un paio di ramponi, ma prima di sparare stronzate a certi livelli, perchè non andate a metterci il naso in quell'ambiente? Ora ritorno nel mio assordante silenzio aspettando il Dokko dall'alto dei suoi prati appenninici.
fedipos
 
Messaggi: 1638
Iscritto il: 08/11/2011, 22:07

Re: The nose in meno di 2 ore

Messaggioda VinciMountain » 14/06/2018, 11:03

fedipos ha scritto:Allora, ero fuori e ho non seguito il discorso ma: le normali agli 8000 sono talmente una boiata che mentre noi eravamo,a ottobre, a fare l'ennesima schifezza di trek nel Nar Phu, ( sai, quelle cose sempre uguali che cammini e vedi sempre le stesse cose) (come scriveva la Lisa Teddi) il Buon Hans Kammerlander se ne tornava con le orecchie basse dal Manaslu ( una troiata di via normale),rinunciando così, forse definitivamente, al 14° ottomila in stile alpino. Ma già, secondo il Vinci kammerlander probabilmente è un poveretto come me che ha attraversato circa 4000 km di catene hjmalayane, mentre lui ha salito circa 17/18 volte cime di 8000 metri. Ma cosa volete, non è mica alpinismo quello sulle vie normali. Invece volevo fare una domanda al nostro atleta: se incontri un poveraccio come me sul Civetta, cosa fai? Aspetti che io vada oltre col mio ritmo o cerchi di passarmi sopra? La prossima volta avvisami che vengo, così ci facciamo due risate. Poi, ovviamente, d'accordo sul discorso Everest dove il 70% non ha mai messo un paio di ramponi, ma prima di sparare stronzate a certi livelli, perchè non andate a metterci il naso in quell'ambiente? Ora ritorno nel mio assordante silenzio aspettando il Dokko dall'alto dei suoi prati appenninici.


mi aspettavo un tuo commento polemico e mi aspettavo anche il puntuale riferimento alle tue miliardesime trasferte in Nepal & company..

a me sembra di aver espresso in maniera esauriente il mio concetto che come detto non vuole sminuire l'operato di nessuno ne tanto meno sminuire quello che può essere una salita himalaiana (infatti l'ho anche scritto che non parlo di difficoltà). Poi ognuno può pensarla come vuole..

Per quanto riguarda il Civetta, forse non ci crederai ma non sono stupido e avevo fatto le mie valutazioni.
Ho fatto la salita ad inizio stagione ed ero partito dal parcheggio della Malga Grava alle 6.30 del mattino e rientrato che non erano manco le 10.30.. questo significa che non ho trovato nessuno ad eccezione di 2 giovani appena sopra la forestale della Grava.
Avatar utente
VinciMountain
 
Messaggi: 1006
Iscritto il: 08/11/2011, 18:55
Località: val di Fiemme/val di Fassa

Re: The nose in meno di 2 ore

Messaggioda fudos » 14/06/2018, 12:07

avanti siamo in discoteca, enveze che su na ferata....
Avatar utente
fudos
 
Messaggi: 1317
Iscritto il: 03/11/2011, 7:45

Re: The nose in meno di 2 ore

Messaggioda gianverd » 14/06/2018, 18:01

VinciMountain ha scritto:Per quanto riguarda il Civetta, forse non ci crederai ma non sono stupido e avevo fatto le mie valutazioni.
Ho fatto la salita ad inizio stagione ed ero partito dal parcheggio della Malga Grava alle 6.30 del mattino e rientrato che non erano manco le 10.30.. questo significa che non ho trovato nessuno ad eccezione di 2 giovani appena sopra la forestale della Grava.

Azz, complimenti, ma non sapevo fosse una gara!
saluti
GV
Avatar utente
gianverd
 
Messaggi: 450
Iscritto il: 09/11/2011, 10:28
Località: Treviso

Re: The nose in meno di 2 ore

Messaggioda dokkodo54 » 14/06/2018, 22:55

No, non c'è verso...
Proprio non ce la facciamo...
Non c'è modo, in questo forum, di discutere e confrontarsi su un argomento interessante, che deve saltar fuori subito qualcuno a prendere per il culo, far polemica, magnificarsi fra "amici" ("...umiltà..." :lol: si, come no, lo vedo bene...) e infine autoincensarsi.
In ordine rigoroso di apparizione e senza far nomi: chi si sente la coda pestata vuol dire che ce l'ha lunga (la coda :lol:).

BAH! E poi ci si meraviglia se "qua dentro praticamente è morto il tutto" [cit.] :shock:
Ma dai! Ma che strano...

Comunque, grazie Vinci per la spiegazione.
Credo d'aver compreso il tuo discorso, e sono anche in buona parte d'accordo con te.

Un saluto,
dokkodo

P.S. Fedipos, quella sui "prati appenninici" te la potevi anche risparmiare. Crediammè, facevi più bella figura se restavi nel tuo "assordante silenzio". Che, ti dirò, non era poi così spiacevole :lol:
"La via verso la cima è come il cammino verso se stessi, solitario" (Alessandro Gogna)
Avatar utente
dokkodo54
 
Messaggi: 918
Iscritto il: 07/12/2014, 22:56
Località: alle pendici dell'Appennino, fra Mòdna e Bulåggna

PrecedenteProssimo

Torna a Ancora montagna

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite